Brescia, 10 marzo 2018 - «E' un grande orgoglio, non si è mai profeti in patria». E invece Nadia Toffa è stata l'eccezione che conferma la regola, premiata da Brescia, la sua città natale, come personaggio dell'anno nel concorso indetto dal Museo nazionale della fotografia. «E' stata in testa sin dall'apertura delle votazioni, ad ottobre», ha precisato Luisa Bondoni, del Cinefotoclub, rispondendo alle insinuazioni di qualcuno che ha collegato il premio alla recente malattia della giornalista delle Iene. «Succedono tante cose nella vita – ha commentato Toffa - ognuno viene messo a dura prova, non è che si premiano le persone per questo». La motivazione del riconoscimento è invece «la carica di simpatia, l'energia dimostrata», che, dal Cinefotoclub si augurano possa essere di esempio ai bresciani. In sala, con lei, anche i genitori. «Brescia è casa mia, mi piace tornare – ha detto Toffa nel corso della premiazione – non c'è traffico, si parcheggia bene, si mangia bene».