Manuela Bailo

Brescia, 21 settembre 2018 - Il tribunale del Riesame ha rigettato la richiesta di arresti domiciliari presentata dall'avvocato Pietro Paolo Pettenadu, legale di Fabrizio Pasini, ex amante di Manuela Bailo. L'uomo, reo confesso dell'omicidio, non uscirà dal carcere e aspetterà al Canton Mombello di Brescia l'inizio del processo.

Il sindacalista licenziato dalla Uil, attraverso il suo legale, aveva chiesto di riqualificare il reato contestato da omicidio volontario, come ritiene la Procura, a omicidio preterintenzionale. "Non volevo ucciderla, l'ho spinta dalle scale, ha picchiato la testa ed e' morta" ha ripetuto ai magistrati Pasini.