Lonato del Garda (Brescia), 8 marzo 2018 - Assolto perché il fatto non sussiste. Con questa sentenza il gup Anna Di Martino ha messo fine al processo a carico di Patrizio Tosoni, l’ex comandante della polizia locale di Lonato e Bedizzole, accusato di falso e abuso di ufficio per avere cancellato una multa per eccesso di velocità a un poliziotto in servizio al commissariato di polizia di Desenzano. Secondo la ricostruzione fatta dalla Procura di Brescia, Tosoni avrebbe cancellato la multa senza averne avuto alcun diritto. L’agente di polizia, in malattia quel giorno, sarebbe stato pizzicato dall’autovelox sul territorio del comune di Lonato. Una volta sanzionato, avrebbe chiesto la cancellazione per motivi di servizio.

«La prassi consolidata - ha spiegato l’ex comandante della Locale di Lonato - è che davanti a multe per eccesso di velocità, sanzionata a chi lavora per le forze dell’ordine, si procede con il Comando che ha elevato la sanzione che annulla la multa se ci sono i motivi per farlo. Così è stato». La Procura di Brescia per Tosoni aveva chiesto una condanna a un anno di reclusione, mentre per l’agente che aveva chiesto la cancellazione della multa il pm aveva chiesto l’assoluzione. «Richieste così diverse che ci hanno lasciato spiazzati - spiega lo stesso Tosoni - per fortuna il giudice guardando gli atti ha preso la decisione di mandarci assolti tutti e due».