Brescia, 24 giugno 2016 - Il pubblico ministro di Brescia Silvia Bonardi ha chiesto la condanna a cinque anni per l'ex sindaco leghista di Adro, nel Bresciano, Oscar Lancini, accusato di truffa e turbata libertà degli incanti. Per l'accusa avrebbe truccato appalti in favore di imprenditori amici per realizzare un'area feste ad Adro. 

Nel 2013 per questa vicenda Lancini venne arrestato e finì ai domiciliari. Sono 21 gli imputati, tra i quali numerosi esponenti della giunta comunale all'epoca dei fatti. Tredici le richieste di condanna. Lancini, noto per aver tappezzato la scuola del paese con l'immagine del Sole delle Alpi, simbolo della Lega, non era presente in aula. Il suo avvocato ha chiesto l'assoluzione per non aver commesso il fatto.