Quotidiano Nazionale logo
24 mar 2022

Il progetto del robot per la ricerca subacquea in ricordo di Greta

L’avveniristico mezzo donato al Gruppo Volontari del Garda che tanto si impegnò nelle ricerche delle vittime dello scontro nautico

Greta (foto) e Umberto accompagneranno i soccorritori del gruppo Volontari del Garda, gli stessi che hanno recuperato il corpo di Greta, a cercare dispersi nelle acque del lago e lo faranno grazie a una avveniristica attrezzatura subacquea. La Comunità del Garda, su impulso delle famiglie dei due giovani uccisi da una coppia di turisti tedeschi che ha falciato il loro gozzo mentre si trovava ormeggiato nel Golfo di Salò, ha elargito al Gruppo Volontari del Garda un contributo di 40mila euro per il progetto "ROV Greta e Umberto". La donazione si colloca tra quelle derivanti dai risarcimenti ottenuti per la costituzione a parte civile nel processo per l’incidente nautico in cui morirono Greta e Umberto, su una piccola barca distrutta da un potente motoscafo Riva. Il progetto del "ROV Greta e Umberto", fermamente voluto dai genitori di Greta, in questo ultimo anno registra contributi che hanno superato ogni aspettativa da parte di decine di persone, ditte ed enti. Non solo chi è stato risarcito ha donato, ma anche tante altre persone, colpite da quanto accaduto e da come i Volontari del Garda si sono impegnati per restituire Greta alla sua famiglia e a chi le voleva bene. "Sapremo ringraziare tutti. Ognuno ha dato ciò che ha potuto e da noi è stato ben gradito – ha detto Luca Turrini per conto del sodalizio -. Un grazie va anche alla Comunità del Garda, nelle persone della presidente Mariastella Gelmini e del segretario Pierlucio Ceresa, per avere fermamente creduto in questo progetto e nell’aver compreso che la nostra squadra di ricerca strumentale ne possa fare uno strumento di fondamentale importanza per il futuro". Il nuovo Robot per la ricerca subacquea ROV sarà presto realtà. Il potente strumento, che conta su attrezzature avveniristiche, completerà la dotazione della nuova unità di ricerca strumentale di cui il Gruppo Volontari del Garda si è dotato. Milla Prandelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?