Quotidiano Nazionale logo
23 feb 2022

I boschi bruciano ancora in Valcamonica, allarme in paese

Ancora un incendio in Valcamonica dove il vento ha messo a rischio case e capannoni di Berzo Demo

milla prandelli
Cronaca
L’intervento dei vigili del fuoco a Forno Allione di Berzo Demo per circoscrivere le fiamme
L’intervento dei vigili del fuoco a Forno Allione di Berzo Demo per circoscrivere le fiamme
L’intervento dei vigili del fuoco a Forno Allione di Berzo Demo per circoscrivere le fiamme

di Milla Prandelli Ancora fiamme e ancora lacrime e rabbia per la devastazione da parte degli abitanti dell’Alta Valle Camonica. Ieri di prima mattina, difatti, a Forno Allione di Berzo Demo, un rogo è tornato ad accendersi, dopo che una quindicina di giorni fa il fuoco, sviluppatosi su tre fronti, di cui almeno due scatenatisi non per cause accidentali, avevano mandato in cenere ben 200 ettari di bosco, prati, alberi, cespugli e coltivazioni agricole. Ieri si è creato un quarto fronte, che inizialmente sambrava dipendere dalla mano umana ma successivamente sarebbe stato imputato a un fatto accidentale. Le fiamme si sono propagate a Forno Allione, poco distante dalla zona industriale di Berzo Demo, nella zona della ex Ucar. Si sono avvicinate così tanto agli edifici del fiume Oglio che in molte aziende sono stati fatti partire i sistemi antincendio. Non solo. Gli operai sono usciti con gli idranti in dotazione all’azienda per tenere lontano il devastante rogo che ha messo a serio rischio gli edifici e che è stato spento solo grazie alla perizia e all’abnegazione di professionisti e volontari. Ad avvisare i soccorritori sono stati gli automobilisti in transito sulla vicina Strada Statale 42 del Tonale e della Mendola, che hanno fotografato fumo e fiamme e postato il materiale sui social network, commentando quanto accadeva. Sono intervenuti sia i vigili del fuoco della centrale di Darfo Boario Terme e dei distaccamenti volontari del territorio, tra cui Breno, Edolo, Ponte di Legno e Darfo, sia i volontari della Protezione civile con gli specialisti dell’Antincendio boschivo coordinati da Gian Battista Sangalli, dirigente della Comunità Montana della Valle Camonica, che in totale conta oltre 400 operatori solamente in questo settore. A complicare la situazione è stato il forte vento, in tarda mattinata, quando è riuscito a entrare in azione un elicottero della Regione Lombardia. L’intervento ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?