Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 feb 2022

Brescia, fugge a un controllo: la polizia spara alle gomme per bloccarlo

Il guidatore aveva una patente contraffatta e ha cercato di scappare a folle velocità. Preso, ha pure aggredito gli agenti

15 feb 2022
milla prandelli
Cronaca
20061025 - ADRO - BRESCIA - CRO - IMMIGRAZIONE: BONUS A VIGILI BRESCIANI SE FERMANO CLANDESTINI. STESSO PREMIO (500 EURO) PER OGNI SPACCIATORE PRESO DAGLI AGENTI. Agente della Polizia locale di Adro (Brescia) durante un controllo per strada. Sara' pagato un ''bonus'' di 500 euro ai vigili urbani per ogni clandestino portato in Questura. A deciderlo e' stato il comune di Adro, paese in provincia di Brescia. La scelta ha scatenato la reazione della Cgil, che l'ha definito ''un incentivo alla caccia all'extracomunitario''. Per di piu' un bonus dello stesso importo verra' dato ai vigili per ogni spacciatore arrestato. 
FILIPPO VENEZIA - ANSA - KRZ
Polizia locale (Foto archivio)
20061025 - ADRO - BRESCIA - CRO - IMMIGRAZIONE: BONUS A VIGILI BRESCIANI SE FERMANO CLANDESTINI. STESSO PREMIO (500 EURO) PER OGNI SPACCIATORE PRESO DAGLI AGENTI. Agente della Polizia locale di Adro (Brescia) durante un controllo per strada. Sara' pagato un ''bonus'' di 500 euro ai vigili urbani per ogni clandestino portato in Questura. A deciderlo e' stato il comune di Adro, paese in provincia di Brescia. La scelta ha scatenato la reazione della Cgil, che l'ha definito ''un incentivo alla caccia all'extracomunitario''. Per di piu' un bonus dello stesso importo verra' dato ai vigili per ogni spacciatore arrestato. 
FILIPPO VENEZIA - ANSA - KRZ
Polizia locale (Foto archivio)

Brescia, 15 febbraio 2022 -  Ha cercato di fuggire alla polizia locale di Brescia, mettendo in scena una folle fuga per le strade del centro, dopo che gli agenti si sono resi conto che guidava con una patente falsa.
I fatti sono accaduti sabato dopo un controllo in cui i vigili hanno notato che l’uomo utilizzava un documento contraffatto. A quel punto gli hanno chiesto di seguirli al comando di via Donegani, di modo da effettuare alcune pratiche. L’uomo, un ivoriano 40enne, ha innestato la marcia e si è dato a una fuga rocambolesca, scappando a tutto gas.
L’inseguimento, anche per via della presenza di tante persone a piedi, in bici e in auto per le strade di Brescia, non è stato semplice ed è stato effettuato ad altissima velocità, con particolare perizia da parte della polizia locale.
Alla fine l’equipaggio è riuscito a fermare il fuggitivo, che non solo ha tentato fino all’ultimo di scappare, ma ha pure cercato di investire gli agenti. Questi, per farlo fermare definitivamente, hanno dovuto sparare alle gomme del suo veicolo, che così non è più stato in grado di proseguire e, forse, fare del male alle persone che circolavano: pedoni e automobilisti.
Quando l’ivoriano è sceso dal veicolo, ha anche aggredito fisicamente gli operatori, ingaggiando una violenta colluttazione. Ha immediatamente avuto la peggio. È stato poi portato al comando della locale. Per lui è scattata la denuncia per resistenza, danneggiamenti e uso di documento contraffatto.
La polizia locale di Brescia e quella del territorio seguono appositi corsi che li rendono in grado, anche attraverso strumentazione, di riconoscere patenti, passaporti e carte d’identità falsi, spesso realizzati con attrezzature molto costose, ma che altre volte sono fatti con fotocopiatrici o computer.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?