Quotidiano Nazionale logo
22 gen 2022

Entro fine secolo le vette in Italia saranno nude

Ogni anno l’effetto serra fa evaporare 14 milioni di metri cubi d’acqua pari a 5.600 piscine

Escursionisti nella zona del ghiacciaio del Presena
Escursionisti nella zona del ghiacciaio del Presena
Escursionisti nella zona del ghiacciaio del Presena

Ghiacciai alpini destinati a scomparire entro fine secolo se le emissioni di gas serra non saranno ridotte. Ogni anno, ad esempio, sono 14 i milioni di metri cubi di acqua (pari a 5600 piscine olimpioniche) che spariscono sull’Adamello, il ghiacciaio più grande d’Italia. Non tutto è perduto, però. Gli stessi studi che evidenziano il rischio estinzione dei ghiacciai alpini evidenziano che se saremo capaci di ridurre l’uso dei combustibili fossili e contenere l’incremento delle temperature planetarie entro i 2°C rispetto al periodo preindustriale (accordo di Parigi), salveremo il 40% del ghiaccio oggi presente sulle Alpi. "Non è poco – ricordano i 39 autori del documento sui ghiacciai - ricordiamo però che questa stima non potrà essere aumentata grazie alla posa dei teli geotessili proprio a causa dell’impossibilità logistica, economica ed ecologica, di implementare questa tecnologia su larga scala".

In questo senso, i veri ‘eroi del ghiacciai’ saranno coloro che sceglieranno "consapevolmente di assumere uno stile di vita attento al risparmio delle risorse e alla riduzione del proprio impatto in termini di gas serra immessi in atmosfera".

F.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?