Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Droga, raddoppiate le segnalazioni di consumatori di stupefacenti

Il questore di Brescia Giovanni Signer con il prefetto Maria Rosaria Laganà
Il questore di Brescia Giovanni Signer con il prefetto Maria Rosaria Laganà
Il questore di Brescia Giovanni Signer con il prefetto Maria Rosaria Laganà

La Polizia è tornata a festeggiare tra la gente. Ieri il 170° si è svolto all’ombra della Loggia, nel nome dell’imperativo “Esserci sempre“, tema scelto per la ricorrenza che ispira la missione del poliziotto. Il questore Giovanni Signer ha tracciato un bilancio delle attività che più hanno impegnato la questura tra il 1 aprile 2021 e il 30 marzo 2022, un periodo caratterizzato dall’emergenza Covid e da manifestazioni no vax non scevre da tensioni, stemperate però dagli operatori. A fronte di un calo generalizzato della delittuosità (4354 reati segnalati dalla Polizia, mentre tra il 202021 furono 4414, -1,36%) e di un aumento di arresti e denunce (da 1545 a 2004, +29,7%) si è rilevato un deciso balzo in avanti della criminalità minorile. Sono stati 149 i minori denunciati - soprattutto per lesioni dolose, danneggiamenti e rapine -, mentre nel periodo prepandemico 34. Un dato parziale ma indicativo, in linea con la crescita generale dei reati connotati da violenza sulle persone. "Lascio ad altri valutazioni sociologiche, ma ritengo sia utile alla comprensione evidenziare che nei primi tre mesi del 2022 12 poliziotti hanno riportato lesioni per aggressioni in servizio quando nel 2021 erano stati 19 e 4 nel 2018 ". Si è registrato un raddoppio di segnalazioni di assuntori di droga (da 58 a 101), con sequestri in rialzo di droghe sintetiche e anfetamine e crescita di denunce per maltrattamenti e stalking, "un incremento dovuto in buona parte a maggior fiducia delle donne, anche straniere, nell’iter giudiziario". E ancora, tra le novità, il nuovo carico di lavoro per l’ufficio immigrazione, che serve una media di 500 persone al giorno. Ai 145334 stranieri regolari, ora si sono aggiunti i profughi ucraini, ad oggi 5849. La cerimonia si è conclusa con l’assegnazione di onorificienze. Tra chi si è distinto, l’assistente capo Giorgio Leccardi, in forza alla Mobile quando nel settembre 2017 partecipò all’esecuzione di 10 misure cautelari in carcere nei confronti di altrettanti narcos nordafricani. A ritirare il premio per lui, che è morto di Sla, la moglie Valentina e i figli Leonardo e Riccardo. B.Ras.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?