Il report di Ats Brescia indica che sono in leggera crescita i contagi nelle scuole
Il report di Ats Brescia indica che sono in leggera crescita i contagi nelle scuole

Brescia -  Sono in leggera crescita i contagi nelle scuole bresciane. Il report di Ats Brescia aggiornato al 13 maggio parla di 257 nuovi positivi in una settimana (36 al giorno), contro i 235 della settimana precedente e ai 228 registrati tra il 29 aprile ed il 6 maggio. Il trend è dunque in crescita, anche se il dato peggiore si era registrato fra il 22 ed il 29 aprile, quando i casi negli istituti bresciani (esclusa la Val Camonica) erano stati 298, con un exploit rispetto ai 204 registrati tra il 15 e il 22 aprile (prima settimana di rientro in presenza delle scuole superiori).

Nelle ultime tre settimane, dunque, il numero totale di positivi è in leggera ma costante crescita, anche se negli ultimi sette giorni i contagi sono stati concentrati in pochi istituti: 4 le scuole coinvolte per un totale di 178 classi (contro le 15 scuole della settimana precedente, con 199 classi). Con i positivi, aumentano anche gli studenti e il personale scolastico messo in quarantena: 1.122 i compagni isolati tra il 6 ed il 13 maggio, 39 i docenti.

«Non mi pare un dato inquietante, tale da creare preoccupazione – sottolinea l’assessore all’Istruzione del Comune di Brescia Fabio Capra – per quanto riguarda la città, nelle nostre scuole (comunali dai nidi alla primaria, ndr) non mi sono stati segnalati gravi problemi. Se la situazione sta migliorando in senso generale, anche tra i bambini non dovrebbero esserci impennate". Oggi in tre sezioni della scuola dell’infanzia Pasquali saranno effettuati i test salivari, nell’ambito della sperimentazione avviata dalla Regione e portata avanti da Ats Brescia. "Se a settembre la situazione dovesse essere problematica – aggiunge Capra – useremo diffusamente questo tipo di test, per garantire il rientro in sicurezza".

Da settembre 2020, sono stati 6858 le positività rintracciate tra studenti, docenti e collaboratori scolastici (45mila sono finiti in quarantena) pari al 7% dei 96.500 casi registrati da Ats Brescia in tutta la popolazione da inizio epidemia. Tra i minori, tuttavia, non sono stati registrati fino ad ora casi gravi di Covid-19. Tra i docenti, la maggior parte è stato ormai vaccinato: da oggi ripartono al Freccia Rossa le immunizzazioni con Astrazeneca per il personale scolastico che aveva ricevuto la prima dose a marzo e che potrà ricevere il richiamo.