Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
28 mag 2022

Concesio, festa per il nuovo patrono. È l’amato papa Montini

Concesio , nel paese oggi la celebrazione ufficiale dopo la decisione del Consiglio comunale. Il pontefice Paolo VI è stato proclamato santo nel 2018

28 mag 2022
milla prandelli
Cronaca
Fedeli bresciani in piazza San Pietro per la canonizzazione di papa Paolo VI
Fedeli bresciani in piazza San Pietro per la canonizzazione di papa Paolo VI
Fedeli bresciani in piazza San Pietro per la canonizzazione di papa Paolo VI
Fedeli bresciani in piazza San Pietro per la canonizzazione di papa Paolo VI

Concesio (Brescia), 29 maggio 2022 - Oggi Concesio festeggia il suo personaggio più illustre, che nel 2020, per decisione del Consiglio Comunale, ne è divenuto ufficialmente il nuovo Santo Patrono: San Paolo VI. La ricorrenza del 29 maggio è stata stabilita da Papa Francesco dopo che Paolo VI lo ha proclamato Santo nel 2018 e coincide con quella della sua ordinazione a sacerdote avvenuta in questo giorno nel 1920. Gli eventi sono iniziati venerdì e entrati nel vivo ieri con una fiaccolata, ma la vera giornata di festa sarà quella di oggi in cui si celebrerà il patrono Paolo VI senza dimenticare quello precedente: San Rocco, protettore, tra gli altri degli operatori sanitari, dei pellegrini e dei cani.

"Si inizierà al mattino alle 10.30 con l’inaugurazione della nuova rotatoria monumentale dedicata al Santo – spiega il sindaco Agostino Damiolini- alla presenza di autorità civili, religiose e ai rappresentanti della fondazione Bonatti che ha offerto la grande statua dell’artista Giuseppe Massardi". Si proseguirà con la Messa presieduta dal vescovo di Brescia, Pierantonio Tremolada nella Basilica Minore San Paolo VI. "Si tratterà di una lunga giornata ricca di momenti di riflessione ma anche di divertimento per tutta la famiglia – aggiunge l’assessore alle Politiche culturali Bettina Piccioli- che si concluderà nel migliore dei modi con il concerto di due concesiani". Paolo VI è stato sempre molto legato alla sua cittadina natale, dove esiste la Casa Natale, gestita da una Fondazione: molto attiva sia nella ricerca storica in sua memoria, sia dell’arte.

In paese è presente la fornitissima collezione Paolo VI di Arte Contemporanea che collabora con la biblioteca di Concesio: una delle pochissime in Italia a prestare opere d’arte a privati come fossero libri. Provengono tutte dall’ente montiniano, che le mette a disposizione gratuitamente. Questa sera a fare da protagonista sarà la musica. A chiudere le celebrazioni sarà il concerto evento di Andrea Casta, violinista internazionale, accompagnato da Paolo Zanetti, chitarrista. Entrambi i musicisti sono cresciuti a Concesio: Casta ci è rimasto fino ai 20 anni, quando la carriera l’ha portato a trasferirsi a Roma, Zanetti tuttora vive a pochi passi dalla casa natale dove Giovanni Battista Montini nacque nel 1897. "Il ricordo di Papa Paolo VI passa anche dal suo legame con la creatività – rimarca Casta – è ricordato anche come il Papa degli artisti per la sua intenzione di “avviare una nuova stagione dell’arte“". Nei suoi scritti, Paolo VI rammenta l’importanza dell’atto creativo proprio degli artisti, legandolo all’evangelizzazione ma calandosi a tutto tondo nei grandi cambiamenti degli anni ’60 e ’70.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?