Carabinieri (Germogli)
Carabinieri (Germogli)

Bagnolo Mella (Brescia), 21 novembre 2017 - Dopo avere scontato dieci anni, esce dal carcere e ricomincia la sua vecchia vita: quella dello spacciatore di livello. Protagonista, un 52enne albanese di casa a Bagnolo Mella, di nuovo in manette.

L'uomo, un curriculum decisamente movimentato - sfruttamento della prostituzione, spaccio, lesioni personali e detenzione illegale di armi in luogo pubblico, le accuse - aveva appunto pagato i suoi conti con la giustizia ed era tornato in libertà. Inizialmente aveva provato a vivere a onestamente ma le buone intenzioni sono durate molto poco. I carabinieri, che non avevano mai smesso di tenerlo d'occhio, ben presto hanno realizzato una sospetta discrepanza tra reddito e tenore di vita. Una delle scorse sere sono piombati a casa del 52enne e, sorpresa, lo hanno trovato mentre armeggiava con una pistola, 16.500 euro in contanti e un chilo di coca. Droga che tagliata avrebbe fruttato non meno di centomila euro. L'uomo è stato arrestato e il provvedimento è stato convertito in ordinanza di custodia cautelare in carcere.