Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Azienda di riferimento che collabora con Esa e Nasa

Menzionata dal Financial Times fra le 17 imprese europee più interessanti per gli investitori

L’azienda ha già contribuito allo sviluppo di importanti progetti di Esa e Nasa
L’azienda ha già contribuito allo sviluppo di importanti progetti di Esa e Nasa
L’azienda ha già contribuito allo sviluppo di importanti progetti di Esa e Nasa

Oltre a Fees2, in orbita c’è anche Fees 1, lanciato a marzo 2020 come dimostratore della tecnologia, primo step del progetto di GP Advanced Project, Pmi innovativa focalizzata su attività di R&S nel settore spaziale, in particolare su nanosatelliti e cubesat. L’azienda, fondata nel 2015 dagli ingegneri Guido Parissenti e Primo Attinà, ha già contribuito allo sviluppo di importanti progetti di ESA, ASI e NASA, spesso in collaborazione con importanti istituti di ricerca tra i quale l’Istituto Nazionale di Astrofisica. Nei mesi scorsi è stata addirittura menzionata dal Finacial Times tra le 17 aziende europee più interessanti per gli investitori. Nonostante le ridotte dimensioni, il nanosatellite contiene le stesse funzionalità di un cubesat in 13 del volume: una compressione che ha richiesto l’adozione di tecnologie innovative, tutte Made in Italy, realizzate con propri investimenti da GP Advanced Projects, che ha potuto contare su un team internazionale di ingegneri coordinati dall’ingegner Parissenti. Le dimensioni ridotte permetteranno di “dispiegare“ la costellazione in tempi e costi più ridotti rispetto a iniziative analoghe.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?