Fabio De Pedro
Fabio De Pedro

Paspardo (Brescia), 8 novembre 2018 - L'accusa è quella di turbativa d'asta. Per questo stamattina i carabinieri hanno arrestato, conducendolo ai domiciliari, il sindaco di Paspardo Fabio De Pedro. Indagati altri due membri della giunta comunale. De Pedro è al secondo mandato da sindaco di questo piccolo comune della Valle Camonica, appena 600 abitanti. Nel giugno 2017 era stato rieletto grazie al raggiungimento del quorum, visto che alle amministrative si era presentata solo la lista che lo sosteneva. 

La Procura contesta al sindaco di aver indirizzato l'assegnazione dei lavori per il riqualificazione energetica del palazzo comunale. In particolare, secondo l'accusa, De Pedro avrebbe diviso l'appalto, in totale circa 200mila euro, in lotti funzionali da meno di 40mila euro in modo da poter procedere con affidamenti diretti a ditte della zona. Secondo gli inquirenti però i lotti non sarebbero stati "tecnicamente funzionali", cioè indipendenti l'uno dell'altro. Secondo la norma, sostiene la Procura, i lotti di un appalto per essere definiti funzionali non devono essere propedeutici l'uno all'altro.