Un momento della commemorazione 2017 della strage di piazza della Loggia
Un momento della commemorazione 2017 della strage di piazza della Loggia

Brescia, 27 maggio 2020 - In piazza non più di 99 alla volta: per la prima volta nella storia piazza Loggia a Brescia, il 28 maggio verranno poste limitazioni per la cerimonia in ricordo della strage del 1974. L'omaggio alla stele, con i nomi delle otto vittime, comincerà alle 8.30 e proseguirà fino alle 19 per consentire il passaggio delle delegazioni chiamate da don Fabio Corazzina: tre persone in ognuna delle 33 postazioni per l'attesa, ingresso da largo Formentone, l'uscita da via X Giornate. Sarà un movimento ininterrotto per dare modo a tutti di passare: novanta associazioni e singoli cittadini che potranno solo accodarsi e aspettare il proprio turno. Tutti con la mascherina e a distanza di un metro.

Alle 8.30 al Vantiniano il vescovo monsignor Pierantonio Tremolada celebrerà una messa a inviti. In piazza alle 10 si fermerà lo scorrere della gente: istituzioni, sindacati e Casa della Memoria  orteranno i fiori al cippo. Alle 10.12 si sentiranno otto rintocchi dei Macc de le ure, seguiti dalle campane di tutte le parrocchie della citta'. Poi, mentre continuà il corteo dei 99 a turno, poche persone si riuniranno in Vanvitelliano per assistere in streaming alla parte ufficiale, con i discorsi del sindaco Emilio Del Bono, di Anna Maria Furlan, segretario nazionale della Cisl, di Giovanni Bachelet, figlio del magistrato Vittorio ucciso dalla Brigate Rosse e di Chiara Zanelli, studentessa dell'Arnaldo. Chi vuole potra' 'partecipare' dal sito del Comune o dal sito di #sempreperlaverità'. 

"E' un anniversario un po' particolare - commenta Manlio Milani, presidente Casa della Memoria e sopravvissuto all'attentato - ma che parte da un presupposto: la piazza non resterà sola. Pur tenendo conto di tutte le restrizioni, ci sarà un omaggio floreale al luogo della strage organizzato attraverso le organizzazioni sindacali per sottolinearne la partecipazione. In piazza tornerà ad esserci quel momento di ricordo che è sempre stato vivo in questi anni".