Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 apr 2022

Ancora un rogo in Valcamonica, distrutti almeno dieci ettari

L’incendio è divampato da un cumulo di sterpaglie dato alle fiamme in un agriturismo

23 apr 2022

Ancora un incendio di probabile origine dolosa in Valcamonica. Questa volta siamo poco distanti da Montecampione: noto carosello sciistico della bassa valle, tra le frazioni di Solato e Vissone in località Fane, non distante dall’agriturismo Gervasoni. Le fiamme hanno cominciato a divampare dopo che il proprietario di un terreno agricolo ha perso il controllo del cumulo di sterpaglie e rami che stava bruciando e che, a causa del vento invece che spegnersi si è esteso, andando a bruciare piante e vegetazione spontanea. Ieri sono andati distrutti almeno dieci ettari nonostante l’intervento dei volontari dell’Antincendio Boschivo della Protezione Civile della Comunità Montana di Valle Camonica, dei vigili del fuoco e degli elicotteri del servizio Antincendio regionale. In serata professionisti e volontari non avevano ancora terminato. Le lievi piogge delle ultime ore non sono bastate a inumidire il sottobosco, che è molto secco a causa della siccità. Già un mese fa la persona a cui è sfuggito il falò è stata protagonista di un episodio simile. E nel 2012 in quella zona di si è verificato un incendio di vaste dimensioni. Dall’inizio dell’anno nel bresciano sono andati persi circa 600 ettari di bosco. Ad essere colpite sono state per lo più le valli: da Berzo Demo, passando per Sonico e arrivando al passo del Maniva, in Valle Trompia e alla Corna Blacca in Valle Sabbia. M.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?