Quotidiano Nazionale logo
20 feb 2022

"All’Eurovision i professionisti dello spettacolo"

Torino fa appello ai volontari ma Bulls non ci sta: "Bisogna sostenere il settore"

Sono tra quelli che hanno pagato il prezzo più alto della pandemia e ora che l’Italia sta per ospitare l’Eurovision, per i lavoratori dello spettacolo bresciani, riuniti in Bulls, l’appello per trovare volontari è un vero e proprio schiaffo. A sollevare il caso a livello nazionale sono stati Bauli in piazza - We make events e Stage che hanno chiesto chiarimenti di fronte alla chiamata per 600 volontari pubblicata dalla Città di Torino, per la gestione dell’Europvision Song Contest. Anche a Brescia, i lavoratori riuniti in Bulls pongono degli interrogativi. "Il settore dello spettacolo e degli eventi arriva da due anni di crollo verticale, chiusure di aziende, perdita di professionalità, lavoratori ridotti sul lastrico. Nel momento in cui arriva un grande evento, è mai possibile che il primo pensiero sia quello di proporre esperienze di volontariato, quando c’è tanta gente che ha estremo bisogno di sostegno per continuare a offrire le proprie competenze e professionalità al mondo degli eventi e dello spettacolo italiano?". Solo nel Bresciano, gli ultimi dati disponibili dell’osservatorio Siae evidenziano un crollo del volume di affari nel mondo dello spettacolo passato dai 140 milioni del 2019 ai poco più di 32 del 2020, con un evidente impatto sui lavoratori. "Il continuo ricorso al volontariato – sottolinea l’associazione – per la realizzazione degli eventi uccide la possibilità di creare e mantenere lavoratori professionalizzati, che sappiano innalzare il livello degli eventi, dello spettacolo, della cultura. E questa è una scelta politica". Il pensiero, per i bresciani, va all’anno di Capitale della Cultura 2023. "Un anno e mezzo fa – spiega Lorenzo Bicci, portavoce Bulls – abbiamo chiesto al Comune di adottare un protocollo per fare un monitoraggio di come avviene il lavoro nello spettacolo a Brescia, per capire quanto sia usato il volontariato, quali contratti sono più frequenti. Per ora non c’è ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?