Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
8 giu 2022

Aiuto a nonni derubati Riapre lo sportello dopo la pandemia

Un sostegno psicologico alle vittime over sessanta

8 giu 2022
federica pacella
Cronaca
Allo sportello possono rivolgersi gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni Possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto
Allo sportello possono rivolgersi gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni Possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto
Allo sportello possono rivolgersi gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni Possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto
Allo sportello possono rivolgersi gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni Possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto
Allo sportello possono rivolgersi gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni Possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto
Allo sportello possono rivolgersi gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni Possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto

di Federica Pacella

Reati contro il patrimonio che spesso si traducono in frustrazione per le vittime, non solo perché non sempre si riesce ad individuare i responsabili e recuperare il maltolto, ma anche perché può subentrare il senso di vergogna per non aver riconosciuto i malfattori. Per aiutare le vittime di violenza, dal 13 giugno riparte lo sportello di ricevimento del Comune di Brescia, gestito dal Servizio Sicurezza Urbana del Comando della Polizia locale, sospeso a causa delle restrizioni per Covid. Allo sportello, gli over-60 vittime di furti, rapine, truffe, estorsioni, danneggiamenti possono richiedere un contributo per i danni fino a 450 euro e supporto psicologico gratuito. I numeri fanno riflettere: al netto di una flessione durante Covid, ogni anno sono dalle 80 alle 100 le istanze accolte, con una media di una richiesta ogni 3-5 giorni. Il dato rappresenta però solo la punta dell’iceberg, visto che il contributo erogato tramite lo sportello è destinato solo a over 60 con determinati limiti di reddito (sotto i 20mila per nuclei con 1 componente, sotto i 28mila se la famiglia ha 6 o più componenti). Inoltre, non tutti coloro che subiscono un furto e, soprattutto, una truffa, vanno poi a denunciare. "Soprattutto tra gli anziani – spiega Elisa Daeder, responsabile del Servizio Sicurezza Urbana – c’è la tendenza a non rivelare di aver subito uno di questi reati, per timore che i famigliari li considerino non più capaci di essere autonomi". Resta, dunque, una quota importante di sommerso che ora, con la riapertura delle diverse sedi dello sportello si cercherà di andare ad intercettare, anche col supporto delle associazioni di volontariato quali Anteas – Associazione nazionale terza età attiva e solidale, Assoarma educazione e sicurezza e Auser volontariato. Per evitare la seconda vittimizzazione in fase di racconto dell’accaduto, volontari e personale della ‘Locale’ hanno ricevuto una formazione specifica. "Un progetto importante – commenta il comandante della Polizia locale Roberto Novelli - che il Comune ha voluto confermare".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?