Castegnato (Brescia), 24 maggio 2014 - Momenti di vero terrore a metà mattina su un autobus di linea in transito nei pressi di Castegnato. Una corsa apparentemente normale fino quando i passeggeri hanno notato che uno di loro, un uomo, poi identificato in A.N. classe 1986 del Ghana regolare in Italia e senza precedenti penali, ha abbracciato con forza il suo zaino buttandosi a terra e ha iniziato a pregare ad alta voce. Gelo immediato.

Gli utenti hanno immediatamente informato il conducente che a sua volta ha chiamato la polizia locale. Nel, frattempo, sempre il conducente ha provato a interagire con il ghanese non trovando però alcuna risposta: l’uomo non ha mai interrotto la sua preghiera. Stessa sorte per il tentativo dell’agente intervenuto.

In brevissimo tempo è così scattata la psicosi della bomba, dell’attacco terroristico: i passeggeri sono stati fatti scendere e allontanati dal mezzo.

Quindi la richiesta d’aiuto ai carabinieri: i militari sono riusciti a interagire con l’uomo e a farsi consegnare lo zanio. Dentro gli operatori hanno trovato un corano e dei libri. Una volta cessato l’allarme il bus ha ripreso la sua corsa.

[email protected]