Quotidiano Nazionale logo
11 dic 2021

Serie B, colpo grosso del Brescia: 2-0 in casa della Spal. La A è più vicina

In rete per le rondinelle Tramoni e Bisoli. Chiuso a reti inviolate il primo tempo, è la ripresa a fare la differenza in favore della squadra di Inzaghi

luca marinoni
Sport
SPAL-BRESCIA 17 GIORNATA CAMPIONATO SERIE B 2021-2022
LORENZO COLOMBO CHIUSO DALLA DIFESA BRESCIANA
Lorenzo Colombo fermato dalla difesa delle Rondinelle

Ferrara - Il Brescia conquista tre punti di notevole valore in casa della Spal dell’ex Clotet e, approfittando anche del duello diretto tra il Pisa capolista e il Lecce, si riporta in seconda posizione. Chiuso a reti inviolate il primo tempo, è la ripresa a fare la differenza in favore della squadra di Inzaghi, pronta a sfruttare un errore della difesa ferrarese per sbloccare il risultato e poi sempre attenta e concentrata nel condurre in porto il risultato. Le Rondinelle prendono subito in mano le redini dell’incontro e nei primi minuti si rendono pericolose per due volte con Leris, ma il risultato non cambia. Dopo un guizzo di Bertagnoli rimasto senza esito, al 14’ gli ospiti, nell’occasione in casacca arancione, subiscono un brivido, per un gol di Colobo, ma prima il guardalinee e poi anche il controllo al Var annullano per un fuorigioco.

La compagine ospite può così riprendere a macinare il suo gioco e Moreo, in campo a sorpresa nonostante le opposte previsioni della vigilia, e Tramoni impensieriscono la difesa spallina. Il primo tempo si chiude con un botta e risposta tra l’avanzato Cistana e Colombo, ma le due contendenti vanno al riposo sul nulla di fatto. Il risultato si sblocca in avvio della ripresa. Al 4’ il pressing di Moreo costringe all’errore la retroguardia spallina. La palla viene così intercettata dal Brescia e dopo una bella triangolazione Leris-Bisoli-Moreo, la sfera giunge a Tramoni che batte Pomini. La squadra di Clotet cerca di reagire, ma non riesce ad andare al di là di un tiro di Viviani e di qualche folata ben controllata dalla retroguardia bresciana. Al 20’ i padroni di casa protestano per un tocco con il braccio in area di Mateju, ma l’arbitro, dopo un consulto con il Var, decide di non assegnare il rigore.

La formazione di Inzaghi sfrutta subito l’opportunità e al 27’, dopo un guizzo di Moreo terminato d’un soffio a lato, sigla il raddoppio con Bisoli, abile a sfruttare un invitante servizio di Palacio. A questo punto la gara è nelle mani delle Rondinelle, che controllano con ordine i tentativi di una Spal sempre più sbilanciata in avanti, ma mai veramente pericolosa. Le ultime emozioni dell’incontro sono anzi di marca bresciana, ma gli spunti di Palacio e Ayé (che si vede annullare un gol per un più che discutibile fallo sul portiere) non bastano per firmare il tris. L’incontro, comunque, si chiude con un 2-0 che carica a dovere mister Inzaghi ed i suoi giocatori che già nel dopo-partita chiamano a raccolta i tifosi biancazzurri in vista del prossimo match al “Rigamonti” con il Cittadella.

Spal 0- Brescia 2

SPAL (4-3-1-2): Pomini 6; Dickmann 5 (35° st Nador sv), Coccolo 4, Capradossi 5, Celia 5; Da Riva 5.5 (35' st Ellertsson sv), Esposito 5.5 (11' st Seck 5), Viviani 5; Mancosu 5.5; Colombo 6, Melchiorri 5.5 (11' st Rossi 5). In panchina: Seculin, Tripaldelli, Crociata, Zuculini, Mora, Heidenreich, D' Orazio. Allenatore: Clotet 5.

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen 7; Mateju 6.5, Chancellor 7, Cistana 7, Pajac 6 (21' st Mangraviti 6.5); Bisoli 7, Van De Looi 6, (38' st Cavion sv), Bertagnoli 6.5; Tramoni 7 (21' st Palacio 7) Leris 6 (18' st Aye' 6); Moreo 6.5 (38' st Spalek sv), In panchina: Perilli, Linnet, Karacic, Bajic, Huard, , Olzen, Papetti. Allenatore: Inzaghi 7 ARBITRO: Giacomelli di Trieste 6.5

RETI: 3' st Tramoni, 27' st Bisoli

NOTE: giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 3.814 di cui 185 ospiti. Ammoniti: Dickmann, Leris. Angoli: 7-3. Recupero: 0'; 3'. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?