Torregrossa festeggia insieme a Tonali e Spalek
Torregrossa festeggia insieme a Tonali e Spalek

Brescia, 2 dicembre 2018 - Il Brescia riprende subito la sua marcia e supera con una doppietta di Torregrossa un pur ostico Livorno. La squadra di Mister Corini prende in mano ben presto le redini del gioco, passa in vantaggio nel momento più opportuno e tiene stretto il prezioso vantaggio sino a quando il triplice fischio dell'arbitro da il via alla festa del "Rigamonti". Le Rondinelle mettono in mostra la loro voglia di vincere sin dai primi minuti.

Al 2' Torregrossa si mette in luce e mette in difficoltà Dainelli che cerca di salvarsi col mestiere. Il difensore toscano spinge l'attaccante biancazzurro che cade, ma l'arbitro fa cenno di proseguire. I tifosi bresciani gridano al gol al 12'. Donnarumma invita alla conclusione Bisoli, che colpisce la sfera di prima intenzione, ma colpisce in pieno la traversa. Scampato il pericolo, cercano di farsi vivi anche gli ospiti e al 17' l'ex Diamanti serve Valiani che lancia Raicevic, la cui conclusione, però, si perde d'un soffio sul fondo. Il Brescia mantiene maggiormente il possesso palla, ma il Livorno non rinuncia a pungere. Alfonso è così costretto ad un doppio, difficile intervento tra il 27' e il 28', quando riesce dapprima a neutralizzare un guizzo di Murilo e poi a respingere una maligna palombella di Diamanti. Il Brescia interrompe nel migliore dei modi il buon momento dei labronici al 35'. La squadra di Mister Corini guadagna una punizione sulla trequarti.

Della battuta si incarica Tonali il cui servizio viene trasformato nel gol del vantaggio da un perfetto stacco di testa di Torregrossa. Il vantaggio carica le Rondinelle, che 2' più tardi vanno al tiro con Ndoj, ma Mazzoni si salva in angolo. L'ultima emozione prima dell'intervallo è di marca ospite, ma Cistana è lesto ad anticipare Raicevic, rifugiandosi in angolo. Nella ripresa gli amaranto cercano di raddrizzare la situazione, ma le Rondinelle non mollano e ripartono con grande determinazione. Al 12', così, Torregrossa concede il bis e sugli sviluppi di una insistita azione avviata da Ndoj insacca il raddoppio che rende assai problematico l'inseguimento del Livorno. I toscani, infatti, non si vogliono arrendere e rimescolano le loro carte, ma la rete difesa da Alfonso non corre particolari pericoli sino al forcing finale degli ospiti. Al 33' il Brescia rimane in dieci per il secondo giallo subito da Curcio, mentre al 41' un insidioso stacco di Maiorino manda la sfera di poco sul fondo. E' comunque troppo poco per togliere dalle mani della squadra di Eugenio Corini il quinto successo casalingo consecutivo per altri tre punti che regalano ai biancazzurri dolci sogni di gloria.

Brescia-Livorno 2-0 (1-0)

Brescia (4-3-1-2): Alfonso 6,5; Mateju 6, Romagnoli 6, Cistana 6,5, Curcio 6; Bisoli 6, Tonali 6,5, Ndoj 6,5; Spalek 6; Donnarumma 6 (33’ st Gastaldello 6), Torregrossa 7 (43’ st Morosini n.g.). A disposizione: Andrenacci; Semprini; Viviani; Martinelli; Dall’Oglio; Cortesi. All: Eugenio Corini 7.
Livorno (3-4-1-2): Mazzoni 6; Bogdan 6, Dainelli 6,5, Gasbarro 6; Valiani 6 (35’ st Kozak n.g.), Rocca 6, Agazzi 6, Fazzi 6 (27’ st Da Silva n.g.); Diamanti 6,5; Mendes 6, Raicevic 6 (18’ st Maiorino 6). A disposizione: Zima; Romboli; Di Gennaro; Gonnelli; Iapichino; Parisi; Pedrelli; Luci; Bruno All: Roberto Breda 6.
Arbitro: Minelli di Varese 6.
Reti: 35’ pt e 12’ st Torregrossa
Note: ammoniti: Fazzi; Tonali; Maiorino; Curcio – espulso: 33’ st Curcio (doppia ammonizione) – angoli: 5-4 per il Livorno – recupero: 0 e 4’ – spettatori: 6.000 circa.