Il presidente Massimo Cellino allo stadio (Fotolive)
Il presidente Massimo Cellino allo stadio (Fotolive)

Brescia, 12 febbraio 2019 - E' settimana corta per il Brescia, che venerdì sera sarà già in campo per rendere visita al Palermo per l'atteso big-match tra la prima e la seconda della classifica di serie B.

Le Rondinelle si stanno preparando sul campo di Torbole Casaglia, dove lavorano a parte solo Mateju e Curcio (alle prese con una botta). Le loro condizioni saranno daverificare nelle prossime ore, anche se sembra probabile la conferma sulla fascia sinistra del quartetto dei difensori del neo-acquisto Martella, che ha fatto il suo esordio con il Carpi poco dopo essere arrivato in biancazzurro. Per il resto mister Corini può contare su tutta la rosa e sull'entusiasmo che sta diffondendo in modo esponenziale questo Brescia che dopo anni trascorsi a soffrire nelle retrovie è balzato al comando della classifica e sogna apertamente il ritorno in serie A. Anche il presidente Massimo Cellino ha voluto dare il suo personale contributo al felice momento delle Rondinelle, lodando il lavoro di tutta al squadra e, in particolare, celebrando l'apporto di Eugenio Corini: "La squadra sta andando anche al di là delle nostre aspettative. Speriamo di continuare così. Un grande merito per questo spetta senza dubbio all'allenatore. E' un tecnico molto preparato ed un gran lavoratore. Ha un ottimo staff ed ha una grande onestà intellettuale (a volte anche troppo). Sin dal suo arrivo sta spingendo questa squadra a dare il massimo delle sue possibilità".

L'auspicio è dunque di proseguire in questa carrellata che sta ponendo in grande evidenza il gioiello Tonali ("E' un ragazzo umile ed è contento di indossare la maglia del Brescia - ha sintetizzato Cellino - finché sarà possibile lo terrò con noi") e il bomber Donnarumma, che a suon di gol sta richiamando l'attenzione generale, tanto che in molti lo vorrebbero in Nazionale ("I numeri parlano chiaro, ovunque è andato ha sempre fatto bene e segnato tanti gol. Speriamo che ne faccia ancora qualcuno per noi, ne abbiamo bisogno"). Un cammino che venerdì sera vivrà un t appa di grande importanza a Palermo, dove le Rondinelle possono volare ancora più in alto e far vedere di voler conservare gelosamente il primo posto.