Il gol del 3-1 di Donnarumma (Lapresse)
Il gol del 3-1 di Donnarumma (Lapresse)

Brescia, 9 febbraio 2019 - Il Brescia vince la resistenza di un Carpi affamato di punti salvezza e conquista il decimo risultato utile consecutivo. Il 3-1 inflitto agli emiliani consente alle Rondinelle di presentarsi all'anticipo di venerdì sera in casa del Palermo, secondo a una lunghezza di distanza, caricato a dovere da una nuova prova di convinzione e di maturità che ha permesso alla squadra allenata da Eugenio Corini di costringere alla resa i biancorossi.

La gara si apre con un veloce affondo degli emiliani che al 2' costringono la difesa biancazzurra a concedere il primo angolo della partita. La squadra biancazzurra non perde però tempo nel premere sull'acceleratore e nel breve spazio di pochi minuti Torregrossa chiama al lavoro la retroguardia biancorossa in due circostanze. Manovra avvolgente delle Rondinelle all'11', con Torregrossa che sfrutta un duetto Sabelli-Romagnoli, ma manda alto. Aumenta rapidamente la pressione del Brescia, che ci prova ancora con un ispirato Torregrossa e si procura un rigore al 18' per un fallo subito da Ndoj, abile a controllare un invitante cross di Sabelli. Sul dischetto si porta Donnarumma, che con freddezza aumenta il suo bottino di reti. La replica del Carpi è però immediata. Passano solo 4' e Rolando sbuca davanti ad Alfonso ed insacca il pallone del rapido 1-1.

A questo punto sono i padroni di casa a non volersi accontentare del punteggio. Le Rondinelle si riportano in attacco e provano la conclusione con Torregrossa e con Tonali. Gli sforzi della formazione di mister Corini portano i frutti desiderati al 37', quando Ndoj dal limite dell'area emiliana controlla un invitante pallone servito da Donnarumma e lo trasforma nella conclusione che non lascia scampo a Piscitelli. Passano ancora una volta solo 4' e il Carpi sembra in grado di pareggiare un'altra volta con il secondo rigore della partita. Sul dischetto si porta Arrighini, ma Alfonso respinge la sua secca conclusione. Nella ripresa il Brescia cerca di gestire il vantaggio, mentre gli emiliani tentano di avanzare il raggio della propria azione. Le Rondinelle non riescono a chiudere anzitempo la gara e gli ospiti inseguono il 2-2 sino in pieno recupero, quando Donnarumma, sempre più capocannoniere cadetto, sigla la rete del definitivo 3-1 che manda in visibilio i tifosi presenti al "Rigamonti".

BRESCIA-CARPI 3-1 (2-1)
Brescia (4-3-1-2): Alfonso 6.5; Sabelli 6.5, Cistana 6, Romagnoli 6.5, Martella 6; Tonali 6.5, Bisoli 6, Ndoj 6.5 (26’ st Dessena 6); Spalek 6 (32’ st Tremolada 6). Donnarumma 7, Torregrossa 6.5 (40’ st Gastaldello sv). A disposizione: Andrenacci; Gastaldello; Martinelli; Curcio; Rodriguez; Morosini. All: Eugenio Corini 6.5.
Carpi (4-3-3): Piscitelli 6; Pachonik 6 (5’ st Mustacchio 6), Sabbione 6, Poli 6.5, Pezzi 6; Coulibaly 6, Vitale 6, Marsura 6 (14’ st Concas 6); Jelenic 6.5, Arrighini 6 (29’ st Cissé 6), Rolando 6.5. A disposizione: Serraiocco; Sambo; Marcjanik; Buongiorno; Piscitella; Di Noia; Vano; Romairone; Pasciuti; Kresic. All: Fabrizio Castori 6.
Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta 6.
Reti: 19’ pt Donnarumma (rig.); 22’ pt Rolando; 37’ pt Ndoj; 46’ st Donnarumma.
Note. Ammoniti: Marsura; Pezzi; Tonali- angoli: 6-2 per il Carpi – recupero: 2’ e 4’ - spettatori: 8.500 circa.