La squadra biancazzurra domenica alla ripresa dovrà fermare gli attaccanti della Roma
La squadra biancazzurra domenica alla ripresa dovrà fermare gli attaccanti della Roma

Brescia, 18 novembre 2019 - Il Brescia è al lavoro per cercare di preparare nel migliore dei modi la ripresa del campionato. Domenica le Rondinelle saranno di scena all’Olimpico, ospiti di una Roma più che decisa a fare bottino pieno. Il nuovo allenatore Fabio Grosso, dopo l’esordio assolutamente da dimenticare con il Torino, sta studiando le mosse per tornare a muovere una classifica che in questo momento mostra, impietosamente, un ultimo posto che si sta facendo sempre più preoccupante. Nonostante il quadro che offre la serie A, giungono segnali incoraggianti dal ritiro della nazionale e, dopo la positiva prova offerta venerdì da Tonali in casa della Bosnia, si guarda con una certa attesa al match di domani a Palermo. Con un’Armenia già eliminata e con la certezza della qualificazione e del primo posto, il Ct Mancini potrebbe lasciare spazio a Cistana, completando così una duplice presenza che potrebbe ricaricare (e non poco) la voglia di salvezza in casa delle Rondinelle.

In attesa del rientro di tutti i nazionali (oltre ai due azzurri sono impegnati con le rispettive rappresentative anche Joronen, Ndoj e Spalek, che dovrebbero tornare a Torbole tra domani e mercoledì), mister Grosso sta studiando la fisionomia ideale per la sua squadra (il modulo prediletto rimane il 4-3-3, ma ha provato anche un inedito 4-4-2). A livello individuale, oltre a Dessena che sta continuando la terapia che dovrebbe riportarlo in campo a gennaio, è tornato a lavorare in gruppo Balotelli, mentre Chancellor e Magnani si allenano ancora a parte. Un occhio di riguardo viene riservato al lavoro proprio di questi ultimi due, visto che la possibilità di disporre di entrambi potrebbe rivelarsi preziosa per affrontare un attacco temibile come quello della Roma (e per evitare che il reparto si “riduca” ai soli Cistana e Gastaldello). Per il resto le note di maggiore interesse si dirigono verso l’attacco, dove è tornato finalmente a farsi rivedere Torregrossa.

La punta, che si è fermata in occasione del match perso a S. Siro con il Milan, ha disputato una spezzone dell’amichevole con il Ciliverghe ed è ritornato a formare la coppia con Donnarumma che ha guidato a suon di gol la promozione delle Rondinelle. Proprio il suo rientro potrebbe rappresentare la giusta scelta per restituire equilibrio ed incisività ad un reparto che sta tentando di trovare un’adeguata collocazione a Balotelli. Dall’ex punta di Inter e Milan, infatti, ci si aspetta un apporto importante, ma fino a questo momento, complice una relativa mobilità, il contributo offerto alla squadra non è certo pari alle attese. Tocca a Grosso, a questo punto, individuare la formula giusta per sfruttare le qualità presenti nel reparto offensivo e fare in modo che tutti gli attaccanti in organico possano far valere le loro doti per condurre il Brescia a raggiungere il sospirato traguardo di una salvezza nella quale tutto l’ambiente biancazzurro è deciso a continuare a credere.