Brescia-Roma
Brescia-Roma

Bescia, 11 luglio 2020 - Il Brescia resiste solo un tempo con la Roma che prende il largo nella ripresa. I giallorossi si portano in vantaggio alla prima occasione del secondo tempo e mettono in cassaforte i tre punti che avrebbero potuto riaccendere le speranze di salvezza delle Rondinelle che, dopo questa ennesima sconfitta, vedono ancora più vicino l’immediato ritorno in serie B.

Partenza di marca biancazzurra, con una doppia occasione di Torregrossa che al 2’ fa tutto da solo, ma manca di poco il bersaglio, mentre 1’ più tardi cerca di concludere una insistita azione dei padroni di casa, rintuzzata però dalla difesa giallorossa. La risposta della squadra di Fonseca non si fa attendere e dopo un altro giro di lancetta una secca sventola di Veretout chiama ad un intervento in due tempi Andrenacci, schierato titolare al posto di Joronen nella partita che, oltre al rientro di Chancellor, ha offerto spazio anche a Mangraviti, Spalek, Skrabb e Ndoj. La formazione di Diego Lopez cerca di affrontare il più quotato avversario a testa alta, ma con il passare dei minuti gli ospiti fanno valere il peso della loro maggiore classe e costruiscono alcune insidiose opportunità nell’area delle Rondinelle. Ci provano così l’avanzato Mancini e Kalinic, ma la difesa biancazzurri si rifugia sempre in angolo. Al 21’ la Roma scende sulla destra, da dove parte un invitante cross che Chancellor cerca di contenere intervenendo in scivolata, ma manda la sfera verso la porta, dove Andrenacci deve superarsi per rintuzzare la minaccia interna con un nuovo corner. Il Brescia torna a farsi vedere in avanti al 25’, ma la botta di Bjarnason non impensierisce più di tanto Mirante. Ben più insidiosa è la sventola di Perez al 31’, con palla che termina di poco sul fondo. Le Rondinelle cercano di farsi valere, ma gli ultimi spunti del primo tempo sono di marca romanista, con Kolarov e Diawara che mettono a frutto le loro qualità balistiche, ma il risultato rimane immutato.

Il punteggio, però, cambia subito nella ripresa. I giallorossi guadagnano in avvio il sesto angolo e sugli sviluppi del tiro dalla bandierina la palla giunge a Fazio che può battere a rete indisturbato. Andrenacci cerca di opporsi, ma non riesce a trattenere e al 3’ la Roma si porta in vantaggio. Al 9’ il Brescia sfiora l’immediato pareggio. E’ Mangraviti a colpire di testa su un corner battuto da Tonali, ma la palla si perde di poco a lato. Scampato il pericolo, la formazione di Fonseca torna a colpire al 17’ con Kalinic, che viene servito in profondità da Perez, si libera in bello stile di Andrenacci in uscita e deposita in fondo al sacco il pallone del 2-0. A questo punto la gara si mette decisamente in discesa per gli ospiti, che giocano in assoluta tranquillità e controllano il tentativo di rientrare in partita, generoso, ma poco produttivo, delle Rondinelle. Dopo un botta e risposta rimasto senza esito tra Spalek e Kalinic, al 29’ il Brescia assiste al ritorno al gol di Zaniolo, che viene servito in profondità e trafigge Andrenacci con una pregevole sventola di prima intenzione. Nonostante il passivo sempre più pesante e con il risultato ormai acquisito la formazione biancazzurra cerca almeno la rete della bandiera e al 33’ Torregrossa ha sul piede la palla giusta, ma non riesce a superare Mirante. Ancora un brivido nell’area locale al 39’, con il neo-entrato Dzeko che colpisce in pieno la traversa, mentre al 44’ un tiro-cross di Papetti per poco non sorprende Mirante. Il punteggio, nonostante un palo di Perotti ed una difficile parata di Mirante su Torregrossa in pieno recupero, non cambia più sino al termine, sancendo così il tris vincente della Roma e una nuova battuta d’arresto per un Brescia che già martedì sera dovrà tornare in campo per cercare di fermare la lanciatissima Atalanta in un derby tanto sentito quanto apparentemente fuori dalla portata delle Rondinelle mestamente avviate al ritorno in cadetteria.

Brescia-Roma 0-3 (0-0)

Brescia (4-3-2-1): Andrenacci 6; Sabelli 6, Papetti 6, Chancellor 6, Mangraviti 6 (41’ st Semprini sv); Ndoj 5,5 (1’ st Dessena 6), Tonali 6, Biarnason 6,5 (13’ st Donnarumma 6); Skrabb 5,5 (1’ st Zmrhal 6), Spalek 5,5 (33’ st Ghezzi sv); Torregrossa 6. A disposizione: Joronen; Mateju; Gastaldello; Ayé; Viviani; Martella; Abradini. All: Diego Lopez 5,5.
Roma (3-4-2-1): Mirante 6; Mancini 6 (36’ st Spinazzola sv), Fazio 6, Ibanez 6; Bruno Peres 6,5, Veretout 6,5 (22’ st Perotti 6), Diawara 6,5, Kolarov 6; Perez 6,5 (22’ st Villar 6), Pellegrini 6 (22’ st Zaniolo 6); Kalinic 6 (32’ st Dzeko 6). A disposizione: Pau Lopez; Cerantola; Zappacosta; Cetin; Under; Pastore; Kluivert. All: Paulo Fonseca 6,5.
Arbitro: Calvarese di Teramo 6.
Reti: 3’ st Fazio; 17’ st Kalinic; 29’ st Zaniolo.
Note: ammoniti: Tonali; Bruno Peres; Perotti – angoli: 8-3 per la Roma – recupero: 1’ e 4’ - la partita si è giocata a porte chiuse.