Mario Balotelli
Mario Balotelli

Brescia, 15 agsoto 2019 - Cresce l’attesa a Brescia per conoscere l’epilogo della vicenda-Balotelli. Il nome di Super-Mario, bresciano doc e residente a poche centinaio di metri dal “Rigamonti”, è stato accostato più volte alle Rondinelle per un ritorno “a casa” che sarebbe veramente suggestivo. La conclusione della recente avventura con il Marsiglia non ha portato nuove certezze all’ex attaccante della nazionale che si è ritrovato tra gli svincolati nel momento di compiere 29 anni. Una situazione davvero anomala, che sembrava destinata a terminare con l’intervento del Flamengo. I rossoneri brasiliani, che già contano nelle loro fila un altro ex interista come Gabigol, hanno pensato a Balotelli per un investimento in grande stile mirato a volare in alto.  Dopo i primi contatti tra il club e l’entourage di Balotelli, alcuni emissari del Flamengo sarebbero appositamente partiti per incontrarsi a Brescia con “l’oggetto dei loro desideri”.

In questo senso non ci sono certezze, ma sembrerebbe che i portavoce brasiliani abbiamo offerto a Balotelli un contratto che si aggirerebbe intorno ai 3,5 milioni di euro. Una cifra da sempre definita fuori portata dal presidente del Brescia, Massimo Cellino, che, pur ammettendo il suo apprezzamento e l’interesse per Super Mario, ha puntualmente definito il suo stipendio al di fuori del budget della società di via Ferramola. Un atteggiamento che pare improvvisamente cambiato da alcune ore a questa parte. Sembra infatti che il milione di euro (massimo 1,5) posto quale tetto dal massimo dirigente biancazzurro possa venire superato in maniera importante. In effetti, complici i bonus legati al rendimento, ai gol e al raggiungimento della salvezza, Balotelli approdando al Brescia per i prossimi tre anni potrebbe raggiungere uno stipendio che, tra parte fissa e bonus potrebbe raggiungere la ragguardevole quota di 3 milioni. Uno sforzo non indifferente, sufficiente per superare definitivamente la concorrenza del Flamengo, ma anche di quelle squadre come la Fiorentina che hanno strizzato l’occhiolino all’ex punta della nazionale? A Brescia sono ormai certi di sì attendono solo l’annuncio ufficiale, sicuri anche di poter contare su una vera e propria scelta di vita da parte di Mario Balotelli, che sarebbe molto stimolato dal fatto di poter giocare davanti al suo pubblico e indossare la maglia azzurra con la V bianca sul petto (ripetendo, magari, il percorso fatto con le Rondinelle da Roberto Baggio).

Sarebbe questo il grande colpo di mercato per un Brescia, costretto a invertire il campo con il Perugia per la partita di Coppa Italia che si giocherà domenica sera al "Curi", che, però, non intende fermarsi e guarda in diverse direzioni per poter mettere a disposizione di mister Eugenio Corini nuove pedine. A tal proposito a Falcinelli e Bonazzoli per l’attacco si affiancano soluzioni di assoluta esperienza per il centrocampo come Giaccherini ed Hetemaj del Chievo, ma anche di svincolati come Padoin (ex Cagliari) e il ventisettenne francoalgerino Mehdi Abeid che rischia di non trovare più spazio al Dijon. Per la difesa, infine, gli arrivi di Magnani e Chancellor non dovrebbero avere completato un reparto che sta cercando ancora forze nuove, a cominciare, magari, dagli esterni, dove Sabelli, Martella, Mateju e Curcio, senza dimenticare il giovane Semprini, potrebbero venire affiancati da un giocatore che ben conosce le difficoltà della serie A.