Ernesto Torregrossa
Ernesto Torregrossa

Brescia, 26 giugno 2020 - Vista l’importanza della sfida domani, Diego Lopez rifletterà sino all’ultimo istante per trovare la formazione migliore da opporre al Genoa. Le indicazioni che giungono da Torbole, comunque, convergono tutte in un’unica direzione. L’unico dubbio di questa immediata vigilia riguarda le condizioni non perfette di Torregrossa, che, comunque, stringerà i denti per scendere in campo dall’inizio al fianco di Donnarumma.

Stando così le cose, le Rondinelle dovrebbero scendere in campo quasi con la stessa formazione che è partita a Firenze, con solo Skrabb che pare destinato ad accomodarsi in panchina. Del resto le assenze di Chancellor, Cistana e Bisoli riducono in modo considerevole le scelte a disposizione del tecnico uruguayano, soprattutto per quel che riguarda la difesa, privata contemporaneamente dei due centrali titolari. Il lavoro svolto in questi giorni ha confermato che gli acciaccati Tonali e Sabelli potranno essere a disposizione per sfidare i rossoblù, feriti dal pesante ko interno patito con il Parma. Per quel che riguarda la formazione, davanti a Joronen, la difesa a quattro vedrà ancora la giovane coppia centrale Papetti-Mateju, mentre sugli esterni Sabelli giocherà certamente a destra, con Martella che a sinistra spera di superare il giovane Semprini. Tonali e Dessena sono certi partire titolari a centrocampo, dove Bjarnason rimane in vantaggio su Romulo che, nelle vesti di ex, spera di contendere la possibilità di scendere in campo dall’inizio anche a Zmrhal, che, comunque, salvo ripensamenti dell’ultima ora o legati alla necessità di gestire le forze dei giocatori in partite ravvicinate, sarà il trequartista che giostrerà alle spalle della coppia Donnarumma-Torregrossa che spera di tornare a mostrare le giocate che hanno regalato alle Rondinelle la promozione.

Il duello diretto con il Genoa si presenta decisivo per le residue speranze di rimanere in serie A dei biancazzurri che, vincendo, risalirebbero a 5 punti dalla zona salvezza, mentre il malaugurato caso di una sconfitta suonerebbe come una condanna anticipata ad un immediato ritorno in serie B. Una sfida da dentro o fuori, dunque, per Diego Lopez, che non vuole pensare a nient’altro che a questi 90’ che devono assolutamente rilanciare le speranze del Brescia nella rincorsa alla salvezza.

Probabile formazione Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mateju, Semprini (Martella); Bjarnason (Romulo), Tonali, Dessena; Zmrhal; Donnarumma, Torregrossa. All: Diego Lopez.