Brescia, 6 settembre 2018 - Parlando della difesa del Brescia è davvero il caso di dre che piove davvero sul bagnato. In effetti gli esami ai quali si è sottoposto Edoardo Lancini dopo la botta rimediata al piede destro in casa dello Spezia hanno evidenziato un trauma che certamente impedirà al centrale di essere a disposizione alla ripresa di sabato 15, quando al "Rigamonti" giungerà il Pescara. Mister Suazo sarà così costretto a cambiare ancora una volta quel pacchetto arretrato che in questo avvio di stagione è sotto il tiro della critica per le troppe reti incassate. Daniele Gastaldello, infatti, sarà ancora squalificato e il tecnico biancazzurro dovrà trovare una nuova soluzione per comporre la coppia centrale insieme a Simone Romagnoli.

Le Rondinelle lavoreranno in questa direzione sia nelle due sedute odierne che in quelle in programma per domani, anche se un punto della situazione più esaustivo verrà tracciato solo sabato dopo l'amichevole al "Brianteo" con il Monza (l'ipotesi di lanciare dal 1' Luigi Carillo, comunque, dovrebbe essere quella più accreditata). Sempre rimanendo in tema di problemi fisici, continua a lavorare a parte Ernesto Torregrossa, mentre non dovrebbero esserci particolari problemi per Sandro Tonali, che potrebbe essere regolarmente a disposizione sabato prossimo con gli abruzzesi dopo il problema che lo ha costretto a rinunciare alla chiamata dell'Under 21.

Gli impegni delle nazionali in questi giorni stanno obbligando David Suazo a lavorare senza cinque elementi della rosa, ma il tecnico prosegue nel suo programma, con il fermo proposito di sistemare i meccanismi che nelle prime due giornate non hanno funzionato a dovere (a cominciare naturalmente dagli equilibri e dagli schemi della fase difensiva già discussa dopo soli 180' di Campionato), fruttando un solo punto e "regalando" una lunga sequela di rimpianti da cancellare in fretta con una prova vincente e convincente con il Pescara.