Il Brescia spera in un pronto ritorno al gol di Leonardo Morosini
Il Brescia spera in un pronto ritorno al gol di Leonardo Morosini

Brescia, 20 febbraio 2019 - Si avvicina l'appuntamento con la gara interna di sabato con il Crotone e non si risolve la situazione-infortunati per il Brescia. In vista della sfida con i pericolanti calabresi di Giovanni Stroppa, ormai bresciano d'adozione, le Rondinelle devono risolvere diverse "questioni" legate alle precarie condizioni fisiche di alcuni giocatori e l'inesorabile scorrere delle ore non sembra avvicinare la desiderata soluzione. Si guarda quindi con crescente interesse verso l'infermeria e lo staff sanitario. Da lì usciranno le indicazioni che "guideranno" Eugenio Corini nella composizione dello schieramento che cercherà di consolidare il primato con una nuova vittoria casalinga (senza dimenticare che martedì 26 e sabato 2 marzo i biancazzurri torneranno nuovamente in campo).

La base di partenza dovrebbe essere il 4-3-1-2 che sta portando risultati così importanti, ma le indisposizioni potrebbero obbligare il tecnico biancazzurro ad operare alcune variazioni sul tema. In questo senso al momento permamgono sotto la luce dei riflettori Donnarumma, Mateju, Martella, Felice Curcio e Gastaldello. ha iniziato la settimana lavorando a parte, oltre al "lungodegente" Dall'Oglio, anche Torregrossa, ma per lui non ci sono speranze di recupero immediato visto che con il Crotone dovrà contare un turno di squalifica. Si fanno sempre più flebili le speranze di poter recuperare il suo "gemello", Donnarumma, e questo potrebbe obbligare l'allenatore biancazzurro a varare un attacco del tutto inedito, mescolando le carte in avanti. Al momento sembra che Morosini e, poco più dietro, Spalek, siano sicuri di partire dall'inizio, ma per quel che riguarda la terza maglia per l'attacco rimane sostanzialmente l'alternativa tra una punta di ruolo (Rodriguez, che però è arrivato a Brescia da poco) e un trequartista come Tremolada (che ha dimostrato a Palermo di avere voglia di recuperare più spazio).

Nel secondo caso dovrebbe essere bravo Mister Corini a trovare i giusti equilibri. Equilibri che sono da ricercare anche in difesa, mentre a centrocampo Ndoj, Tonali e Bisoli rimangono sicuri titolari. Le Rondinelle rimangono infatti in emergenza sulla fascia sinistra e con Curcio e Martella più fermi che disponibili, la speranza è di recuperare in extremis Mateju. In caso contrario la prima opzione riguarda l'inserimento di Gastaldello al centro della difesa e lo spostamento di Cistana a destra e Sabelli a sinistra. Nelle ultime ore, però, si sta facendo largo anche l'ipotesi Lancini centrale al fianco di Romagnoli e Cistana-Sabelli terzini. A Mister Corini e al lavoro dello staff sanitario il compito di definire il volto del Brescia che sabato dovrà cercare di continuare a volare superando il Crotone.

Luca Marinoni