Marco Sau (Ansa)
Marco Sau (Ansa)

Brescia, 29 gennaio 2019 - Il Brescia ha messo da parte la delusione (relativa) per la mancata conquista del primo posto e guarda già al confronto diretto in casa di un'altra aspirante alla promozione come il Pescara. Il sorpasso in vetta, che pure era alla portata delle Rondinelle è stato vanificato dal pirotecnico 4-4 con lo Spezia.

Un pareggio che non solo ha confermato le Rondinelle al secondo posto, ma ha pure evidenziato aspetti che possono rivelarsi di grande importanza nella volata per salire in serie A. In effetti la squadra di Eugenio Corini non ha solo un potenziale offensivo di assoluta efficacia, dispone del miglior attacco e del bomber più prolifico (Alfredo Donnarumma). La formazione biancazzurra dispone anche di una volontà inesauribile e lotta sino alla fine per raggiungere quello che vuole. Elementi molto positivi, che possono venire ulteriormente accresciuti sino a renderli in grado di fare la differenza. E' partendo da questo punto di vista che il Brescia, sempre impegnato a "proteggere" il gioiello Tonali che è ormai al centro di un'asta internazionale, "giocherà" le ultime giornate del mercato invernale.

Il primo obiettivo è quello di offrire un rinforzo che possa completare ulteriormente l'attacco. L'ideale è riuscire a reperire un vice-Torregrossa che possa permettere, anche dal punto di vista numerico, di dormire sonni tranquilli ai tifosi biancazzurri. In questo senso i nomi che vengono avvicinati alle Rondinelle continuano ad aumentare e anche se rimane in una posizione di privilegio Marco Sau del Cagliari, gradito al presidente Massimo Cellino, le sue caratteristiche fisiche, ben diverse rispetto a quelle di Torregrossa, lasciano aperta la porta ad altri candidati (l'elenco è lungo e comprende i "soliti" Montalto della Cremonese e Calaiò del Parma, ma anche Matri del Sassuolo e Rodriguez di proprietà del Chievo). In attesa della fumata bianca per l'arrivo del nuovo attaccante, le strategie per gli altri due reparti sono legate a possibili partenze. In effetti stanno ricevendo insistenti offerte Alessandro Martinelli (Spezia in primis), Edoardo Lancini (Novara) e Felipe Curcio (Livorno). Qualora ci fosse qualche addio potrebbe concretizzarsi l'arrivo a centrocampo di Marco Moscati dal Perugia, mentre per la difesa nelle ultime ore stanno crescendo le quotazioni di Bostjan Cesar del Chevo. Al mercato il compito di trasformare queste voci in notizie ufficiali.