Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
31 mar 2022

Serie B, Brescia al lavoro per una ripartenza vincente

La Rondinelle si stanno preparando a ritmo intenso per far partire domenica il Corini-ter con una vittoria casalinga di assoluta importanza con un Vicenza affamato di punti

31 mar 2022
luca marinoni
Sport
Brescia's head coach Eugenio Corini before the Italian Serie A soccer match Brescia FC vs Inter FC at Rigamonti stadium in Brescia, Italy 29 october 2019. ANSA/FILIPPO VENEZIA
Eugenio Corini
Brescia's head coach Eugenio Corini before the Italian Serie A soccer match Brescia FC vs Inter FC at Rigamonti stadium in Brescia, Italy 29 october 2019. ANSA/FILIPPO VENEZIA
Eugenio Corini

Brescia - È il momento decisivo della stagione e questo lo sanno molto bene al Brescia, dove si vuole ripartire a pieno ritmo, cercando di cancellare i quattro punti che separano le Rondinelle dalla promozione diretta e celebrando il ritorno sulla panchina biancazzurra di Eugenio Corini (per la terza volta) con una vittoria che possa far ritrovare il desiderato slancio promozione a capitan Dimitri Bisoli e compagni.

Proprio per questo il presidente Massimo Cellino e il direttore sportivo Francesco Marroccu si sono soffermati a lungo a Torbole per seguire il lavoro della compagine bresciana e per far sentire la loro presenza in un frangente così importante. Sul campo mister Corini ha ridisegnato la sua squadra con il 4-3-1-2 che tante soddisfazioni ha regalato nelle sue precedenti esperienze alla guida della formazione della sua città. A parte gli infortunati Andreoli e Palacio, tutti gli altri componenti della rosa sono a disposizione per questa “prima” del Corini-ter e tra questi, oltre ai giocatori al rientro dagli impegni con le rispettive nazionali (Joronen, Karacic e Papetti), potrebbe inserirsi in extremis anche Tramoni, che dopo essersi fermato nei giorni scorsi ha ripreso ad allenarsi con il resto dei compagni.

Come confermano gli esercizi e i movimenti che Corini ed il suo staff stanno proponendo a più riprese alle Rondinelle, se la strada del 4-3-1-2 è già ben definita, rimangono ancora alcuni dubbi su alcuni interpreti che dovranno scendere in campo dal 1’ domenica con un Vicenza più che affamato di punti-salvezza. Salvo ulteriori sorprese dell’ultima ora, infatti, al momento le curiosità principali riguardano chi tra Adorni e Mangraviti giocherà al centro della difesa al fianco di capitan Cistana, chi vincerà il ballottaggio per il ruolo di terzino sinistro tra Pajac e Huard (che sta scalando posizioni) e chi comporrà il duo d’attacco con Moreo. In questo caso il favorito rimane Ayè, ma la velocità e l’estro di Bianchi stanno conquistando mister Corini che ha ancora un paio di sedute d’allenamento per definire i dettagli dello schieramento che dovrà dare tutto per battere ial "Rigamonti" il Vicenza dell’ex Brocchi.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?