Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Serie B: il Brescia di Corini riparte dal trequartista. Occasione per Leris

Le Rondinelle, impegnate a recuperare il miglior Behrami, intensificano la preparazione in vista della partita casalinga di domenica con il Vicenza dell'ex Brocchi. Si ferma Tramoni 

luca marinoni
Sport
Mehdi Leris, Brescia - Benevento partita di serie B, Brescia 15 marzo 2022. Ph Fotolive Filippo Venezia
Mehdi Leris, a sinistra

Brescia - Il Brescia sta intensificando la preparazione in vista dell’atteso esordio del “Corini-ter” in programma domenica 3 aprile al “Rigamonti” con il Vicenza dell’ex Brocchi, all’affannosa ricerca di punti salvezza. Come ha dimostrato il primo test del nuovo corso dell’allenatore di Bagnolo Mella, le Rondinelle vivranno le sette giornate che mancano alla conclusione della stagione regolare puntando sul 4-3-1-2, uno schema determinante per la promozione in serie A conquistata due anni fa sempre con la guida di mister Corini.

Stabilita la direzione, rimangono da definire gli interpreti e, in questo senso, bisogna segnalare che anche Tramoni è alle prese con problemi fisici e si limita a lavorare in palestra insieme a Palacio e Andreoli. Per il resto, richiama l’attenzione in modo particolare Behrami, assente nel test di domenica con la Primavera ed ora rientrato in gruppo. Dal suo arrivo nel mercato invernale, il centrocampista svizzero, che ad aprile compirà 37 anni, non è ancora riuscito a mettere in mostra il meglio del suo repertorio ed è per questo che in casa biancazzurra si spera di poterlo rivedere al top della forma nella convinzione di poter ricevere un apporto molto importante da un giocatore della sua esperienza. Un altro punto in particolare evidenza in queste ore riguarda la scelta del trequartista.

Un ruolo molto delicato nell’economia del gioco voluto da mister Corini e che due anni fa è stato ricoperto con buoni risultati da Spalek (ancora in rosa). In questo momento, complice il forfait di Tramoni, però, il candidato numero uno a giocare alle spalle delle due punte (che dovrebbero essere Moreo e Ayé) sembra essere Leris. L’ex sampdoriano sembra in grado di offrire le garanzie che l’allenatore bagnolese richiede e potrebbe esserci proprio lui in campo dal 1’ nel primo test, da superare a pieni voti, della nuova era Corini.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?