Brescia, 11 settembre 2018 - Il Brescia ha ripreso a lavorare (sempre al "Rigamonti" e a porte chiuse) in vista della gara interna di sabato con il Pescara. Le Rondinelle hanno conosciuto il nuovo vice di David Suazo. Sarà Valeriano Recchi, classe 1970, un tecnico che ha iniziato ad allenare nelle giovanili di Siena e Perugia e che nelle ultime stagioni ha fatto il secondo al Trapani (con Cosmi e con Calori) e al Bari, dove ha lavorato lo scorso anno con Fabio Grosso. Toccherà a lui prendere il posto lasciato libero da Cesare Beggi, la cui collaborazione con la società biancazzurra è durata solo poche settimane, e trovare il giusto feeling con Mister Suazo.

Per quel che riguarda invece la questione degli infortunati, sono fermi ai box solo Miracoli e Cortesi, mentre Torregrossa e Tonali stanno lavorando a parte. Mister Suazo spera di poter avere a disposizione il primo, mentre per quel che riguarda il secondo è già pronta la soluzione-Dall'Oglio, che sta mettendo in vista la giusta condizione per partire titolare a centrocampo insieme a Bisoli e Martinelli. Il punto saliente di queste giornate, comunque, riguarda ancora una volta la difesa e la necessità per il tecnico biancazzurro di varare la terza formazione su tre giornate. Con Gastaldello e Sabelli squalificati e Lancini infortunato, le opzioni possibili per l'ex centravanti di Inter e Cagliari si riducono e quella più probabile vede Carillo al fianco di Romagnoli. Spera di poter variare questa gerarchia Cistana, che continua a sperare di poter far parte della coppia centrale della difesa che avrà il compito di proteggere in maniera adeguata Alfonso. Il ventunenne difensore bresciano ha appena prolungato il suo contratto fino al 2021 e partire dal 1' con il Pescara sarebbe davvero il modo più bello per festeggiare questo attestato di fiducia della società del presidente Massimo Cellino.