Balotelli dovrà scontare le quattro giornate di squalifica subite con il Marsiglia
Balotelli dovrà scontare le quattro giornate di squalifica subite con il Marsiglia

Brescia, 16 agosto 2019 - Nel calciomercato tutto può sempre succedere, ma, visto come sono ormai evolute le cose, a questo punto un eventuale dietrofront sarebbe a dir poco clamoroso. Mario Balotelli si può già considerare, almeno in pectore, un giocatore del Brescia. Cresce in modo esponenziale l’attesa di vedere confermata anche in via ufficiale quella che sarebbe la notizia dell’anno per i tifosi biancazzurri, che sono impazienti di poter ammirare il “gnaro” di Concesio con la maglia azzurra con la V bianca sul petto. Un’attesa che, stando ai numerosi indizi di queste ultime ore, non dovrebbe durare a lungo, tanto che martedì 20 potrebbe essere il primo giorno di allenamento con la sua nuova squadra per Super Mario.

Sono diverse le note che vanno in questa direzione, a confermare dalla rinuncia ufficiale alla trattativa del Flamengo, forse l’ostacolo principale a un passaggio di Balotelli nelle fila delle Rondinelle. I rossoneri brasiliani erano infatti pronti a proporre all’attaccante appena svincolatosi dal Marsiglia uno stipendio più che cospicuo, sicuramente superiore a quello che ha in serbo per lui il presidente Massimo Cellino. Una scelta economica che, però, per il ventinovenne attaccante bresciano non si è nemmeno posta. Troppo grande è infatti la voglia di tornare a giocare in serie A, indossando per di più la maglia della squadra della propria città. Un vero e proprio trampolino di lancio per conquistare la fiducia di Roberto Mancini e cercare di tornare in nazionale in vista degli europei del 2020.

Tutto questo, dunque, pur mancando ancora la fumata bianca della società biancazzurra, per definire che il grande colpo dell’estate per il Brescia (che domani partirà alla volta di Perugia dove domenica giocherà in Coppa Italia) è ormai assicurato, un nuovo exploit che riporta alla mente il momento dell’arrivo di Roberto Baggio alla corte del presidente Gino Corioni in un felicissimo periodo che portò a Brescia pure un certo “Pep” Guardiola. L’arrivo di Balotelli, che comunque dovrà scontare le quattro giornate di squalifica rimediate con la maglia del Marsiglia (per un possibile esordio alla quinta giornata della serie A nel match con la Juventus), riporterebbe le Rondinelle in questa illustre direzione, ma il mercato degli svincolati potrebbe riservare a breve un’altra grande sorprese alla neo-promossa. In effetti l’ex bianconero Claudio Marchisio, dopo una breve esperienza allo Zenit rovinata da un serio infortunio, potrebbe tornare a giocare in Italia e la soluzione offerta dal Brescia potrebbe essere quella ideale per la sua voglia di tornare protagonista.

Sembra che il vero scoglio alla realizzazione dell’operazione non sia tanto quello economico, ma la volontà del Brescia di avere le necessarie certezze sulle condizioni fisiche del giocatore. Sul versante delle uscite, infine, si continua a monitorare la situazione di Luca Tremolada, che rimane al centro dell’attenzione di alcune società di serie B (Perugia e Livorno in primis) e che potrebbe decidere di tornare tra i cadetti per avere la certezza di conquistare lo spazio da assoluto protagonista che il Brescia potrebbe non essere in grado di concedergli.