La Curva osanna Gasperini e l’Atalanta dei miracoli

Bergamo, 14 maggio 2018 - All'ultimo respiro l’Atalanta ha ritrovato la luce, scacciando lo spettro di una settimana ad alta tensione. L’incornata di Andrea Masiello in pieno recupero ha riportato la Dea virtualmente in Europa, anche se la matematica non permette ancora di festeggiare e bisognerà attendere gli ultimi novanta minuti a Cagliari. Ma è stata festa comunque, a fine partita, con il presidente Percassi e il mister Gasperini a guidare l’intera rosa, infortunati inclusi, nel tradizionale giro di campo di fine stagione, per celebrare l’impresa raggiunta, l’Europa messa praticamente in cassaforte. Festa sotto il diluvio con i 20mila tifosi nerazzurri, ovazione per salutare l’ultima volta di Mattia Caldara, eccezionalmente capitano per l’occasione, e abbraccio collettivo per il grande protagonista della stagione e dell’epilogo: Gian Piero Gasperini. Omaggiato prima del match con un monumentale striscione della curva e un coro chiarissimo da parte dell’intero stadio: resta con noi.

E lui, il diretto interessato, a fine gara ha glissato sibillino: «Non voglio deludere nessuno a Bergamo, non voglio tradire la fiducia di questa gente, ma dobbiamo ancora confrontarci e vedere se abbiamo la stessa visione con la società, vediamo quanti giocatori andranno via e quali obiettivi avremo. Adesso però dobbiamo ripagare il nostro pubblico con l’Europa. Volevamo vincere e centrare il sesto posto ma almeno la settima piazza non ce la dobbiamo far scappare». Europa vicinissima dopo questo pareggio ma Gasperini preferisce mantenere alta la tensione dei suoi: «Abbiamo ancora un’ultima partita da giocare ma è chiaro che abbiamo fatto un importante passo in avanti. Abbiamo molte chance di tornare in Europa League. Ma aspettiamo l’ultima giornata: sarà decisiva, faremo di tutto per arrivare sesti». Giudizio positivo sul pareggio contro il Milan: «Punto meritato, non meritavamo di perdere, abbiamo avuto diverse opportunità. Ma sotto di un gol abbiamo avuto una grande reazione».