Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Maurizio Martina, un bergamasco alla guida del Pd dopo Matteo Renzi

Sarà il politico lombardo a guidare il Partito Democratico in questa fase delicata

Ultimo aggiornamento il 13 marzo 2018 alle 11:26

Bergamo, 12 marzo 2018 - Sarà il bergamasco Maurizio Martina a guidare il Partito Democratico nei delicati passaggi interni e istituzionali a cui sarà chiamato dopo le dimissioni di Matteo Renzi. "Lo farò con il massimo della collegialità e con il pieno coinvolgimento di tutti - ha detto oggi durante la direzione Pd - maggioranza e minoranze, individuando subito insieme un luogo di coordinamento condiviso. Chiedo unità. Consapevoli che fuori di qui c'è un'intera comunità che ci guarda, ci ascolta e ci chiede di essere all'altezza della situazione".

CHI E' MARTINA: IL PERCORSO POLITICO - Maurizio Martina è nato a Calcinate (Bergamo) il 9 settembre del 1978. Sposato e padre di due figli. Dopo essersi diplomato all'Istituto tecnico Agrario di Bergamo, ha conseguitola laurea in Scienze Politiche. Nel 1999 è stato eletto Consigliere comunale, carica ricoperta fino al 2004. Sempre nel 2004 dopo una militanza nell'organizzazione giovanile dei Democratici di Sinistra, è stato eletto Segretario della Provincia di Bergamo. Nel 2006 ha assunto la carica di Segretario Regionale dei Democratici di Sinistra in Lombardia. Nel 2007 è stato tra i fondatori del Partito Democratico. Nello stesso anno, a seguito delle primarie, è stato eletto primo Segretario del Partito Democratico della Lombardia. 

Nel 2009, sempre attraverso le primarie, è stato riconfermato alla guida del Partito Democratico Regionale Lombardo. Nel 2010 è stato eletto Consigliere della Regione Lombardia, incarico riconfermato nelle consultazioni popolari del febbraio 2013. Durante i mandati di Consigliere Regionale Lombardo è  stato componente della Commissione Affari Istituzionali e della Commissione Attività Produttive. Il 3 maggio 2013 ha giurato come Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del Governo Letta. Il 9 maggio 2013 ha rassegnato le dimissioni da Consigliere della Regione Lombardia. Il 24 maggio 2013, gli e' stata conferita la delega a presiedere la Commissione di coordinamento per le attività connesse all'EXPO' Milano 2015. Il 22 febbraio 2014 ha giurato da Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali nel Governo Renzi,incarico poi confermato nell'esecutivo Gentiloni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.