Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Via libera dalla Regione alla Bergamo-Treviglio: appalto entro giugno

La nuova autostrada costerà 400 milioni e verrà finanziata da un società australiana, ma Coldiretti e ambientalisti sono contrari

Il sì della Giunta regionale alla costruzione dell’autostrada Bergamo-Treviglio, attraverso l’approvazione del progetto definitivo e del piano finanziario, se da una parte soddisfa pienamente Antonio Sala, presidente del cda di Autostrade Bergamasche spa, società proponente fin dal 2002 dell’opera, nonché Provincia e Comuni sostenitori, appare destinata a risuscitare le polemiche mai sopite delle associazioni ambientaliste, amministrazioni contrarie ed enti (come Coldiretti) che l’hanno da sempre contestata soprattutto sul consumo di territorio e impatto ambientale. Intanto tre sono gli annunci collegati: l’operazione passa dalla Giunta regionale a Cal (Concessioni autostradali lombarde) che pubblicherà entro giugno il bando per la gare dì appalto, l’infrastruttura (privata, con finanziamento di 400 milioni sul mercato internazionale da parte di una società australiana) sarà pronta per le Olimpiadi 2026, l’opera partirà da Dalmine (Bergamo dovrà essere raggiunta dal casello A4 di Dalmine, non direttamente) e raggiungerà Treviglio intersecando localmente le due ex statali, del Tonale e Padana Superiore, sino al casello trevigliese della Brebemi A35.

L’opera - molto discussa negli ultimi vent’anni e accompagnata da accese polemiche ha ottento il via libera unanime della Provincia di Bergamo nel 2020 per garantire un collegamento rapido fra Bergamo e Treviglio, presentazione del progetto esecutivo nel 2021- prevede un contributo della Regione pari a 130 milioni di euro destinato al contenimento del prezzo del pedaggio (1,60 euro da Treviglio a Dalmine e 2,10 euro da Treviglio a Dalmine e da quest’ultimo casello della A4, a Bergamo ). Sarà lunga 15,5 chilometri, quattro corsie (due per senso di marcia), incrocio a Boltiere con le provinciali per Levate e Zingonia, innesto a Treviglio-Brebemi.

Amanzio Possenti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?