Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 mar 2020

Val Taleggio, finalmente il ponte è in arrivo

Soddisfatto iI sindaco Arnoldi dopo la notizia che la Provincia di Bergamo ha stanziato i 400mila euro mancanti per la realizzazione

10 mar 2020
michele andreucci
Cronaca
In arrivo il nuovo ponte che sostituirà il Bailey installato dopo l’emergenza frana
In arrivo il nuovo ponte che sostituirà il Bailey installato dopo l’emergenza frana
In arrivo il nuovo ponte che sostituirà il Bailey installato dopo l’emergenza frana
In arrivo il nuovo ponte che sostituirà il Bailey installato dopo l’emergenza frana

Taleggio (Bergamo), 9 marzo 2020 - Un lungo sospiro di sollievo e di soddisfazione. E’ quello che probabilmente ha tirato il sindaco di Taleggio, Gianluca Arnoldi, dopo aver appreso che la Provincia di Bergamo ha stanziato i 400mila euro mancanti a completare la realizzazione, nel territorio di Taleggio, del nuovo ponte che andrà a sostituire quello provvisorio - il “Bailey” - installato nel 2014 in seguito a una frana di grosse dimensioni che ha bloccato il transito lungo la strada provinciale 24, nel tratto tra le frazioni di Olda e Peghera. L’ente di via Tasso, al cui vertice siede il presidente Gianfranco Gafforelli, ha annunciato che i 400mila euro necessari a completare il quadro economico del progetto saranno stanziati con il prossimo bilancio consuntivo.

"Questa problematica - ha sottolineato Gafforelli - va risolta una volta per tutte. La costruzione del nuovo ponte a Taleggio avrà la priorità". Il nuovo ponte è un’opera fondamentale e attesa dal territorio poiché sul “Bailey” è consentito esclusivamente il transito di mezzi con un peso non superiore alle cinque tonnellate. Una limitazione che esclude autobus turistici e mezzi pesanti, creando non pochi problemi sia al turismo che allo sviluppo economico locale, visto che a Peghera sono presenti le aziende di stagionatura dei formaggi della valle. Fino alla fine del 2019 il nuovo ponte, della lunghezza prevista di 70 metri, sembrava avviato finalmente alla costruzione.

Il costo iniziale definito nello studio di fattibilità del 2017, pari a 1 milione e 460mila euro, era stato finanziato per 1 milione e 60mila euro grazie al Patto per la Lombardia e per la rimanente dall’amministrazione provinciale. Nel frattempo, però, in seguito allo sviluppo del progetto definitivo, il costo dell’infrastruttura è lievitato fino a 1 milione e 820mila euro: l’aumento è dovuto a una migliore definizione delle strutture portanti dell’impalcato del ponte e delle fondazioni, oltre che all’obbligo di adeguarsi al prezziario regionale delle opere pubbliche. A quel punto il sindaco di Taleggio aveva lanciato un appello alle istituzioni e ai parlamentari bergamaschi per cercare di trovare gli ulteriori 360mila euro. Ma alla fine ci ha pensato la Provincia di Bergamo a reperire le risorse mancanti. Una volta che l’intero costo di 1,8 milioni di euro sarà formalmente coperto, non ci sarà tempo da perdere per completare l’iter che deve portare alla realizzazione del viadotto. Essendo finanziata attraverso il Patto per la Lombardia, l’opera deve essere appaltata entro la fine del 2021 pena la perdita del contributo.

«Sono molto soddisfatto dell’annuncio dato dal presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli - spiega il primo cittadino di Taleggio Gianluca Arnoldi -. Eravamo anche pronti a proporre delle soluzioni progettuali diverse dal ponte, in modo che potessero bastare le risorse economiche a disposizione. Per fortuna non ce ne sarà bisogno. Ora contiamo che l’opera venga davvero realizzata al più presto, in modo che la circolazione nel nostro territorio possa tornare alla normalità, con benefici per il mondo turistico e per quello economico".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?