Pendolari in stazione

Treviglio (Bergamo), 16 maggio 2018 - Era diventato l’incubo dei passeggeri che utilizzano il treno per i loro spostamenti. Mentre loro dormivano lui ne approfittava per rubare i cellulari, trasformandosi in un vero e proprio ladro seriale. Si tratta di un marocchino di 22 anni, clandestino sul territorio nazionale, con precedenti: a smascherarlo sono stati i carabinieri della compagnia di Treviglio. E’ stato denunciato a piede libero per furto aggravato continuato e per ricettazione. L’uomo agiva all’interno dei convogli dei treni in transito nella Bassa Bergamasca, e in particolare vicino alla stazione ferroviaria di Romano di Lombardia.

L’ultimo colpo è avvenuto domenica pomeriggio, quando ad una signora è stato sottratto con destrezza il proprio smartphone di ultima generazione che aveva con sé. Dopo il furto compiuto sul treno, l’extracomunitario è sceso velocemente dal convoglio e si è allontanato nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Ma la sua fuga a piedi non è andata a buon fine, visto che poco dopo è stato bloccato dai carabinieri. Durante le perquisizione personale, addosso al magrebino è stato trovato sia il telefono cellulare ma anche di altri tre apparecchi, risultati di provenienza furtiva sempre a danno di altri passeggeri di treni. Tutto il bottino è stato restituito ai legittimi proprietari, rintracciati successivamente. Accompagnato in caserma il marocchino è stato deferito in stato di libertà per furto aggravato e continuato nonché ricettazione. Sottoposto poi a foto-segnalamento il 22enne è risultato altresì destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal questore di Ragusa. Nei suoi confronti è stata quindi avviata anche la procedura di allontanamento dal territorio nazionale.