Caravaggio (Bergamo), 4 aprile 2018 - Due persone sono morte in una sparatoria avvenuta alle 18.15 in una sala slot lungo l'ex statale Padana Superiore, in territorio comunale di Caravaggio. Le vittime sono un uomo di 51 anni, Carlo Novembrini e una donna di 40, Maria Rosa Fortini. Ad aprire il fuoco è stato un uomo che è entrato nel locale, ha sparato quattro colpi si è poi dato alla fuga a bordo di una Clio. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Treviglio. Sul posto anche la polizia locale e due ambulanze. 

L'ipotesi più accreditata è quella del duplice delitto passionale. Le due vittime, infatti, erano conviventi; entrambe originarie di Gela, risiedevano a Sergnano, in provincia di Cremona. L'uomo in passato era stato in carcere al 41 bis e sarebbe stat legato al clan mafioso dei Madonia. A quanto si è appreso, il presunto omicida aveva avuto in passato un legame sentimentale con la donna uccisa. I rilievi e la ricostruzione sono comunque ancora la vaglio degli inquirenti, non è esclusa la pista di un regolamento di conti. Le forze dell'ordine hanno istituito posti di blocco in tutta la zona. Sul luogo della sparatoria è intervenuto anche il sindaco della città, Claudio Bolandrini, oltre al sostituto procuratore di Bergamo, Gianluigi Dettori. Le forze dell'ordine hanno recuperato i filmati delle telecamere del locale per identificare l'omicida.