Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 lug 2022
amanzio possenti
Cronaca
19 lug 2022

Bergamo, dagli spettacoli dal vivo allo sport: un’arena al posto del PalaCreberg

In via Pizzo della Presolana durante l’estate del 2023 abbattimento e ricostruzione per una spesa di dieci milioni

19 lug 2022
amanzio possenti
Cronaca
Pallavolo e basket, scherma e tennis prenderanno il posto degli show
Palacreberg
Pallavolo e basket, scherma e tennis prenderanno il posto degli show
Palacreberg

Bergamo -   Lo sport bergamasco (dalla pallavolo al basket, dalla scherma al tennis) avrà una casa, ma non sarà la grande arena in costruzione a Chorus Life. Verrà invece realizzato un nuovo Palazzetto dello sport in via Pizzo della Presolana, dove ora c’è il PalaCreberg che nell’estate 2023 verrà abbattuto per dare il via ai lavori della nuova struttura sportiva con almeno 2.500 posti (arriverà fino a tremila) e un costo di dieci milioni. Questi soldi arriveranno per un terzo dal Comune e per due terzi da Chorus Life spa. La decisione rientra nel nuovo Accordo di programma che il Comune siglerà in autunno con Costim.

«Con la realizzazione di un nuovo capiente Palazzo dello sport in via Presolana, in sostituzione del Palacreberg, cogliamo quattro obiettivi – commenta il sindaco Giorgio Gori – Innanzitutto, assicuriamo allo sport bergamasco la disponibilità esclusiva di un impianto pubblico moderno, di capienza adeguata alle massime competizioni, con risorse per due terzi private. In secondo luogo affrontiamo per tempo il problema della sostenibilità del PalaCreberg, che si sarebbe certamente posto con l’avvio della nuova arena di via Bianzana, più grande e attrattiva per concerti e grandi eventi; liberiamo una significativa porzione dell’area di Chorus Life, che sarà destinata a verde; infine ridisegnamo la convenzione dell’arena, ottenendo per l’Amministrazione la disponibilità di un congruo pacchetto di date gratuite o a costo molto contenuto".

Il PalaCreberg fu realizzato nel 2004 in via provvisoria per supplire alla chiusura del Teatro Donizetti, che si pensava sarebbe stato ristrutturato di lì a poco nelle sue parti esterne. Poi la ristrutturazione è stata continuamente rimandata e il PalaCreberg reso più stabile: ora però la sua funzione verrà meno. Da qui la decisione di abbatterlo.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?