Sub, foto generica (Ansa)
Sub, foto generica (Ansa)

Bergamo, 20 novembre 2019 - La Prefettura di Bergamo ha coordinato una riunione tecnica per definire le operazioni di bonifica degli ordigni bellici rinvenuti nel lago d'Iseo a seguito dell'ispezione dei fondali dei carabinieri di Bergamo. La rimozione degli ordigni, presenti ad una profondita' di circa 50 metri, sara' svolta dal personale del Raggruppamento Subacquei ed Incursori di La Spezia. I reperti saranno quindi consegnati agli artificieri del decimo Reggimento Guastatori di Cremona e le operazioni di brillamento sara' utilizzata una cava a Parzanica. Le attivita' inizieranno la settimana prossima e andranno avanti per una decina di giorni. 

Fonte Agi