Willy Ta Bi
Willy Ta Bi

Bergamo, 23 febbraio 2021 - È morto stamattina in Costa d'Avorio Willy Braciano Ta Bi, aveva 21 anni ed era affetto da un male incurabile al fegato. Il centrocampista che l'Atalanta aveva prelevato dal Mimosas in patria nella sessione invernale del calciomercato 2019 girandolo alla propria squadra Primavera (7 presenze più 2 nelle Final Four di Parma vinte con Torino e Inter) allenata da Massimo Brambilla.

Dal club nerazzurro è arrivato il messaggio di cordoglio: "Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta sono profondamente addolorati per la prematura scomparsa di Willy Braciano Ta Bi - si legge nella nota sul sito ufficiale -. Un destino crudele ha interrotto troppo presto un sogno che era cominciato proprio con la maglia nerazzurra nel gennaio del 2019. Gli erano bastati pochi mesi per ritagliarsi un ruolo da protagonista nella Primavera e contribuire a riportare lo scudetto a Bergamo, ma soprattutto per lasciare un grande ricordo di sé".

Ta Bi, prima di rescindere il contratto, era in seguito stato girato in prestito al Pescara, ai tempi allenati dall'ex Luciano Zauri, dove giocavano gli altri nerazzurri a titolo temporaneo Melegoni, Tumminello e Bettella, senza però disputare partite ufficiali a causa di una lesione muscolare in precampionato. A ricordarlo infatti è anche il Pescara che ha avuto in rosa il ragazzo. "La Delfino Pescara 1936 si stringe all'immenso dolore della famiglia Ta Bi Braciano per la prematura scomparsa del caro Willy, 21enne centrocampista ivoriano che era stato campione d'Italia Primavera coi nerazzurri dell'Atalanta nel 2019 per poi passare nell'estate tra i professionisti a titolo temporaneo a vestire i colori biancazzurri. Ciao Willy", scrive il club.