Bergamo, 11 giugno 2018 - Alla selezione di Miss Italia a Villa d’Adda (Bergamo) hanno trionfato le milanesi. Ha vinto la simpaticissima Giada Bellanova, 21 anni lunedì prossimo, studentessa di Pogliano Milanese, e seconda si è classificata Margot D’Argenio, 23, che abita a Milano. Giada e Margot si sono assicurate la partecipazione alle finali regionali, tuttavia hanno buone possibilità di riuscirci in tempi brevi anche le altre della “top five” : la terza classificata Chiara Gasparini, 20, di Treviolo, migliore delle bergamasche, la quarta, Eleonora Montani, 24 anni, alta 183 centimetri, di Carbonate (Como) e Marica Monaco, 18, pure lei lariana di Lurago d’Erba.

Prima di gareggiare nell’area Valle San Martino le 16 fanciulle ammesse hanno posato per servizi fotografici sul traghetto di Leonardo da Vinci che sfruttando la corrente dell’Adda collega la sponda orobica con quella lecchese di Imbersago. Poi è cominciata la gara e nella fase talent ha riscosso più consensi Eleonora Montani che ha danzato sulle note di un brano dell’India. Nel post-premiazione è esplosa la gioia di Giada Bellanova. “Questo successo – ha esclamato Miss Villa d’Adda by Miss Italia, sorella di Raoul, classe 2000, terzino destro del Milan Primavera – è una mia rivincita. Ho abbattuto un muro: l’anno scorso pesavo 11 chili in più e adesso sono in corsa per qualificarmi alla finale nazionale di Miss Italia. E’ bellissimo !”. Giada vive con mamma Daniela, papà Giuseppe, Raoul e l’altro fratello, Christian. La vincitrice parla della gara: “Ho vissuto attimi di leggera tensione prima delle decisive passerelle a voto – ammette Giada, statura 1, 74, capelli castani e occhi marroni – come tutte le ragazze. La tensione aumentata tantissimo quando siamo rimaste in 3 e Alessandra Riva doveva annunciare il nome della terza, cioè colei che per qualificarsi alle regionali deve ripartecipare. Quando ho appreso che come minimo ero fra le prime due, le qualificate, ho sentito un’adrenalina bellissima scorrere in me”.  Giada frequenta la facoltà di giornalismo e comunicazione: “Grazie al concorso Miss Italia spero di lavorare in televisione”.

La qualificazione alle regionali è una rivincita anche per Margot D’Argenio, statura 1,70, capelli e occhi castani. Per lei quella di Villa d’Adda è stata in assoluto la prima esibizione sulle passerelle di Miss Italia. “Avrei potuto iscrivermi negli anni scorsi –racconta Margot, capelli con riccioli, in passato praticante di equitazione - non l’ho fatto perché sono timida, mi vergognavo e con i tacchi non ho mai camminato. E adesso sono qui a festeggiare il passaggio alle regionali: magnifico. In questa occasione mi sono sbloccata”. Poi lancia uno sguardo al cielo: “Mio papà Antonio da 5 anni è lassù. Probabilmente ci ha pensato lui a farmi arrivare tra le prime due”. Margot nel quartiere Baggio vive con mamma Monica. “Ma è stata nonna Lucia a iscrivermi a Miss Italia”. La signorina D’Argenio ha frequentato l’istituto dei servizi socio sanitari: “Mi piace insegnare ai bambini, sono la loro fatina”. Ora pensa al prosieguo di Miss Italia: “La paura è passata, voglio qualificarmi per la finale nazionale”.