Maria Riboli, uccisa a Dacca
Maria Riboli, uccisa a Dacca

Bergamo, 2 luglio 2016 - C'è anche una bergamasca tra le vittime dell'attacco terroristico a Dacca, in Bangladesh. La strage, rivendicata dall'Isis, ha provocato in tutto 20 morti, nove dei quali italiani (SCHEDA - Chi sono le vittime italiane)Si chiamava Maria Riboli, aveva 34 anni, abitava a Solza: lascia il marito, Simone Codara, sposato nel 2006, e una bimba di tre anni.

Maria Riboli era nata il 3 settembre 1982 ad Alzano Lombardo. Originaria di Borgo di Terzo, in valle Cavallina, dopo il matrimonio si era trasferita a Solza, nell'Isola bergamasca. Lavorava nel settore dell'abbigliamento e si trovava in viaggio per lavoro per conto di un'impresa tessile bergamasca. Da qualche settimana era in Bangladesh.

Ieri sera si trovava all'Holey Artisan Bakery seduta a un tavolino con alcune persone, quando sarebbe stata uccisa da una granata, lanciata da uno dei terroristi subito dopo l'irruzione nel locale.

Sulla morte di Maria Riboli è intervenuto anche il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi.