Incidente sul lavoro a Leffe
Incidente sul lavoro a Leffe

Leffe (Bergamo) - Ancora un incidente mortale sul lavoro. E' accaduto questa mattina alle 7.45 alla Plastic Leffe, azienda della Bergamasca. La vittima è un operaio di 59 anni, morto per "trauma da schiacciamento alla testa e al torace", come riferisce una nota dell'Areu.

Ancora da chiarire l'esatta dinamica dell'incidente mortale. Sul posto sono intervenuti ambulanza e automedica del 118, vigili del fuoco e carabinieri. Secondo la prima ricostruzione dei
carabinieri di Clusone, la vittima è un autotrasportatore veneto che è stato travolto da una balla di polietilene di circa 5 quintali durante le operazioni di scarico merce. L'uomo è rimasto schiacciato dopo aver sbrogliato la cinghia che teneva bloccato il carico.

Spetterà ora ai militari della compagnia di Clusone, diretti dal capitano Daniele Falcucci, indagare sull'accaduto. Gli accertamenti investigativi si concentreranno in particolare sul rispetto delle normativa per la sicurezza del trasporto merci.

Nel pomeriggio sono arrivate le prime reazioni dei rappresentanti dei lavoratori dopo l'ennesima tragedia di questo mese, la nona. Siamo sgomenti. Morire così, mentre si lavora, essere travolti e schiacciati da una balla di polietilene del peso di 5 quintali. E’ semplicemente inconcepibile". A dirlo è il segretario generale della Fit Cisl Lombardia, Giovanni Abimelech, commenta la notizia dell’incidente mortale accaduto al camionista. “Ormai la lista delle morti sul lavoro si allunga sempre di più - prosegue Abimelech - Ben ha fatto il presidente della Repubblica a sottolineare questo dramma. Tutta la struttura della Fit Cisl piange la scomparsa del lavoratore e si stringe al lutto dei suoi cari”.