Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

La battaglia al tarlo asiatico sembra vinta, almeno per ora

L’assessore regionale. Fabio Rolfi si è congratulato. con il Comune di Ghisalba

Nel giro di meno di un anno - le prime segnalazioni risalgono al luglio scorso - è stata vinta dal Comune di Ghisalba la lotta contro il tarlo asiatico: si dovrà comunque monitorare la situazione ancora a lungo per stabilire con certezza, come ora pare, che il parassita che ha causato l’abbattimento di moltissimi alberi nel territorio, sia stato definitivamente debellato.

Il nome dell’insetto distruttore, Anoplophora glabripennis, era venuto alla ribalta l’anno scorso su segnalazione di un fiorista per la presenza di un piccolo focolaio; ora l’allarme sembrerebbe cessato e comunque la situazione è sotto il controllo dei tecnici dell’Ersal, Ente regionale per servizi all’agricoltura e alle foreste. Gli arbusti tagliati per bloccare la diffusione del tarlo sono già stati sostituiti. Si tratta di 165 nuove piante, scelte fra le specie non aggredite abitualmente dal tarlo, come magnolia, melograno, gelso. Intanto a Ghisalba è venuto l’assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi (foto) che ha fatto visita al parco Cossali, una delle zone più colpite dal parassita: l’assessore ha ricordato l’importanza del potenziamento del servizio fitosanitario, strategico per il territorio. Fondamentale la collaborazione con la Regione, ha sottolineato il sindaco Gianluigi Conti, che ha parlato anche della positiva collaborazione data dalla popolazione.Amanzio Possenti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?