Pradalunga (Bergamo), 3 settembre 2018 - Vernice rossa e nera contro la sede della Lega. E' successo a Pradalunga e Cornale, nel Bergamasco, dove nella notte ignoti sono intervenuti imbrattando con vernice la vetrina. L'assalto arriva dopo i sassi che hanno mandato in frantumi i vetri della sede di Cremona. Lo scorso 20 agosto anche a Pontida vandali avevano colpito il pratone della Lega: in quel caso era stata cancellata la scritta verde "Padroni in casa nostra", con l'utilizzo di vernice bianca.

Non è la prima volta che succede. Proprio alla fine dello scorso giugno, alla vigilia del raduno del primo luglio scorso la "P" iniziale era stata sovrastata da una "L", un ritocco che di fatto ha ribaltato il senso dello slogan leghista. Nelle scorse settimane erano state prese di mira anche le sedi di Bergamo e Sant'Omobono, con scritte contro Matteo Salvini. Sull'ultimo caso indagano gli agenti della Digos.

"Preoccupa constatare come si stiano moltiplicando, anche nella nostra regione, gli episodi di violenza e intolleranza ai danni della Lega", ha commentato il presidente della Regione Lombardia, il leghista Attilio Fontana, che condanna su Facebook gli attacchi alle sedi del Carroccio nel bergamasco e a Cremona. "Esprimo - ha aggiunto il governatore - la mia solidarietà agli amici di Cremona e di Bergamo, e ribadisco che se pensano di spaventarci si sbagliano di grosso: l'unico risultato ottenuto è quello di spronarci a proseguire con ancora più forza e determinazione".