Quotidiano Nazionale logo
28 gen 2022

Il Comune eredita 6 milioni per dare una casa ai ciechi

Il sindaco Imeri ha dato il via all’iter per accettare il lascito dei coniugi Giuliani

amanzio possenti
Cronaca

di Amanzio Possenti Quando, tempo fa, trapelò la notizia di una cospicua eredità lasciata al Comune di Treviglio da una coppia di anziani coniugi, l’annuncio fu accolto con viva e commossa partecipazione: trovare persone che destinano i loro beni alla pubblica amministrazione è un fatto raro e sorprende, anche per la rilevanza del lascito. Ben 6 milioni di euro, fra denaro liquido e proprietà, passati dai coniugi Giuliani e Caffetti, attraverso una Fondazione che porta il loro nome e ha deciso di consegnare al Comune il piccolo tesoro destinato a trasformarsi in progetto di solidarietà e aiuto a favore dei disabili. Carla Giuliani, nota come Carlotta, trevigliese, era la figlia di Achille, storico e benvoluto droghiere con negozio in via Roma, molto frequentato al tempo della seconda guerra mondiale e negli anni successivi e dove anche lei aveva lavorato accanto a mamma e papà. Dopo il matrimonio con Alberto Caffetti, cremasco, aveva aperto una attività commerciale nella zona fra via Roma e viale Partigiano. Rimasta vedova nel 2012, aveva continuato a dedicarsi intensamente e con generosità verso il mondo dei disabili, soprattutto dei non vedenti ed era deceduta, a 88 anni, nel novembre 2019. Da quella data si è cominciato a parlare del lascito. L’acquisizione pratica della eredità però non è cosa semplice. Nellaseduta consiliare dell’altra sera il sindaco Juri Imeri, nel concentrare la sua attenzione sulle linee di mandato dei prossimi anni, ha sottolineato, tra i punti in programma, l’avvio dell’iter per la operatività della Fondazione Giuliani-Caffetti, nata per gestire appunto l’eredità lasciata generosamente al Comune. Intanto è stato nominato il cda della Fondazione, ma ora sono necessari alcuni passaggi formali in Regione: si ipotizza che la Fondazione possa essere pienamente operativa entro 4 o 5 mesi. Poi sarà possibile avviare il progetto per la esecuzione della volontà testamentaria, ovvero ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?