Cronaca

E' una Pontida blindata quella che accoglie il concerto anti-razzista organizzato dai centri sociali napoletani e dai movimenti che si riconscono nella sigla 'Terroni uniti': saracinesche abbassate, scuole, strade del centro, negozi, bar ed esercizi commerciali sono chiusi. Chiusi persino il cimitero e la piazzola ecologica. Tutto per rispettare l'ordinanza del sindaco Luigi Carrozzi che, in vista di questo appuntamento, temendo atti di vandalismo o criminalita', ha imposto lo stop alla cittadina lombarda, simbolo della Lega

Sport Tech Benessere Moda Magazine